Milan, Donnarumma a metà tra credibilità e plusvalenza

31.03.2020 11:16 di Salvatore Trovato   Vedi letture
Fonte: di Gianluigi Longari per Tuttomercatoweb.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Milan, Donnarumma a metà tra credibilità e plusvalenza

L’eterna lotta tra credibilità del proprio progetto e ricerca spasmodica di una plusvalenza a bilancio coinvolgerà senza dubbio la prossima sessione di mercato del Milan. Se da un lato è pressoché certo l’alleggerimento del monte ingaggi attraverso la rinuncia a contratti in scadenza di giocatori che probabilmente vengono ritenuti alla fine del loro ciclo in rossonero, dall’altro c’è la situazione Donnarumma che merita uno spunto di riflessione per il significato che potrebbe assumerne la gestione. Da una parte, con un rinnovo di contratto, un messaggio rassicurante per chi ha a cuore le sorti dei colori rossoneri e nutre qualche lecito dubbio rispetto all’importanza che i risultati abbiano per l’attuale proprietà del club meneghino. Dall’altra la spada di Damocle dell’accordo con la Uefa stilato qualche mese fa che suggerirebbe la rinuncia al portiere rossonero in nome di un concreto balzo in avanti nella ricerca delle plusvalenze tanto necessarie per rientrare nei parametri stabiliti con Ceferin. Spettatrice interessata, come noto, è la Juventus, che osserva con grande attenzione come verrà gestita la situazione da uno staff in fase di ennesima ricostruzione come quello rossonero. Mai come in questo caso, la simbologia rappresentata dalla gestione di questo potenziale caso di mercato, potrebbe fornire una risposta concreta di cui i i tifosi milanisti sentono inevitabilmente il bisogno.