Milan, il sogno Scudetto passa anche - ma non solo - da vittorie di corto muso

13.03.2022 08:00 di Antonello Gioia  Twitter:    vedi letture
Milan, il sogno Scudetto passa anche - ma non solo - da vittorie di corto muso
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

Nel pre partita c’era la curiosità di capire se si sarebbe visto un Milan solido e coriaceo come quello apprezzato nel derby di Coppa Italia contro l’Inter e a Napoli in campionato oppure un Milan deludente come quello sceso in campo contro Salernitana e Udinese. Contro l’Empoli, in realtà,  si è vista una via di mezzo: un Milan non troppo entusiasmante, soprattutto nel secondo tempo, ma capace di portare a casa l’intera posta in palio.

Ciò che conta
A nove giornate dalla fine, d’altronde, la vittoria è ciò che conta di più. Vittoria doveva essere che vittoria è stata per i rossoneri, contro un avversario scomodo e avvezzo a giocare a calcio con qualità; per i tre punti è bastata la rete di Kalulu nel primo tempo, al quale e poi seguita una partita difensivamente eccezionale e poco spettacolare, con il Milan incapace di chiuderla e l’Empoli di fare veramente male dalle parti di Maignan.

Anche ma non solo
È assolutamente nella logica delle cose che, soprattutto quando ci si avvia alla parte finale del campionato, non conti come, ma conta se si portano i punti a casa. Come ripete spesso Pioli, però, giocare bene aiuta a vincere, sottolineando, comunque, che vincere a questo punto è l’unica cosa che conta. Il sogno Scudetto è lì: è palese che questo Milan non abbia ancora le capacità per vincerlo giocando sempre da corto muso come ieri sera, ma è altrettanto evidente che la squadra di Pioli, con 5 punti e due partite in più sull’Inter, è più che autorizzata a sognare, soprattutto se dovesse mettere più spesso in campo prestazioni di alto livello.