CorSera - Ibra, lo spauracchio delle difese: il suo fisico e la sua tecnica mettono ancora a disagio gli avversari

13.11.2020 10:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
CorSera - Ibra, lo spauracchio delle difese: il suo fisico e la sua tecnica mettono ancora a disagio gli avversari

Zlatan Ibrahimovic è come il vino: più invecchia e più diventa buono. Rispetto a quando era più giovane, l'evoluzione dello svedese è sotto gli occhi di tutti: è cambiato il suo modo di giocare, ha rafforzato il suo fisico e il suo modo di porsi agli altri. Nonostante i suoi 39 anni, Ibra, grazie alla sua superiorità fisica e tecnica, è ancora un vero e proprio spauracchio per le difese avversarie. 

DOMINIO FISICO - A riferirlo è questa mattina il Corriere della Sera che spiega che marcare l'attaccante rossonero non è per nulla facile, in area di rigore è ancora dominante e praticamente nessuno riesce a contrastarlo dal punto di vista fisico. Avendo uno come lui davanti, spesso i suoi compagni al Milan lo cercano con lanci lunghi e Zlatan le prende tutte di testa oppure riesce a controllare palloni molto complicati grazie anche alla sua tecnica sopraffina. 

ANCORA DETERMINANTE - Lo svedese è sempre stato determinante nella sua carriera e lo è tutt'ora, anzi forse ancora di più: rispetto a qualche anno fa, Zlatan corre ovviamente meno, ma nonostante questo è sempre il faro della manovra milanista, gran parte dei palloni passano dai suoi piedi, da cui nasce sempre qualcosa di interessante. Sarà difficile in futuro trovare un nuovo Ibrahimovic, per questo a Milanello se lo vogliono godere il più possibile.