Due centravanti posson bastare: il Milan punta "tutto" sulla coppia Higuain-Cutrone

09.08.2018 20:00 di Matteo Calcagni Twitter:   articolo letto 105722 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Due centravanti posson bastare: il Milan punta "tutto" sulla coppia Higuain-Cutrone

Kalinic all'Atletico Madrid, André Silva e Bacca entrambi in uscita. Questo lo scenario dell'attacco rossonero, in riferimento ai centravanti, dove il Milan punta tutto sulla coppia Higuain-Cutrone. Non è detto che il club rossonero riesca a cedere sia il portoghese che il colombiano, ma la volontà di farli partire è ormai evidente. Potrebbe quindi profilarsi una stagione con due soli centravanti, ma sui quali c'è assoluta fiducia: da un lato una punta di assoluto spessore ed affidabilità come l'argentino ex Juventus, dall'altro un giovane che lo scorso anno ha tenuto in piedi il Milan con i suoi gol (diciotto complessivi, tantissimi per un classe '98).

CONNUBIO PERFETTO - Giocare tre competizioni con appena due attaccanti di ruolo può essere rischioso, ma è lo scenario giusto per garantire spazio a Patrick Cutrone, il cui rinnovo di contratto è ormai ad un passo. L'acquisto di Higuain toglierà tanta responsabilità e pressioni al nativo di Como, ma il minutaggio resterà comunque corposo: impensabile che l'ex bianconero possa giocare tutte le partite senza mai essere sostituito, considerando anche l'impegno corposo in Europa League. Il numero 63 avrà quindi tantissime occasioni di scendere in campo, proseguendo il proprio percorso di crescita.

ALTERNATIVE - Nell'eventualità che uno tra Silva e Bacca resti a Milanello, Higuain e Cutrone partiranno ovviamente da una posizione privilegiata, ma bisogna ricordare che il calcio non è mai una scienza esatta. In caso di un "raffreddore" di uno dei due sopracitati Gattuso non avrebbe attaccanti di ruolo in panchina, di conseguenza la permanenza di un terzo centravanti non dovrebbe essere letta negativamente. Anzi, non è da escludere che, in caso di doppia cessione di Bacca e Silva, il Milan non possa intervenire sul mercato per un altro giocatore offensivo, magari utilizzabile sia come esterno che come attaccante centrale.