Il Milan saluta con una vittoria un 2022 da sogno. A gennaio riparte la caccia

14.11.2022 14:00 di Francesco Finulli   vedi letture
Il Milan saluta con una vittoria un 2022 da sogno. A gennaio riparte la caccia
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

Il Milan saluta il 2022 nella maniera più impensabile, con un autogol oltre il novantesimo minuto che consegna i tre punti ai rossoneri e li fa rimanere ancora aggrappati al sogno Scudetto, a 8 lunghezze dal Napoli capolista. Un anno solare che per il Milan si era aperto con una vittoria sulla Roma per 3-1 a San Siro e che ha riportato il club sul tetto di Italia dopo undici anni.

Un anno da sogno

Il 2022 che il Milan ha appena concluso è stato letteralmente da sogno. I rossoneri, che già si erano resi protagonisti di un'ottima prima parte di campionato, avevano sporcato la loro classifica con tre sconfitte e un pareggio tra la fine di novembre e Natale. A partire da febbraio dopo la celebre sconfitta con lo Spezia e uno scialbo 0-0 in casa contro la Juventus, il Milan non ha più sbagliato un colpo e ha fatto partire dal derby, la partita migliore per questo genere di cose, la cavalcata che il 22 maggio ha incoronato i rossoneri come Campioni d'Italia. Trascinati da un Leao formato extra-lusso e da un Olivier Giroud eterno giovane, la formazione di Pioli ha vinto uno Scudetto da squadra giovane ma matura e forte in cui tutti hanno dato un contributo fondamentale. Da Tonali a Kalulu, da Tomori a Maignan, passando per Theo, Calabria, Kessie, Krunic... Il 2022 del Milan è fatto di momenti magici come la rimonta nel derby con la doppietta di Giroud; la vittoria di Napoli sempre con Olivier; le due gare di Tonali a Roma con la Lazio e a Verona nel giorno del suo compleanno; le esplosioni di gioia con Fiorentina e Atalanta; la ciliegina sulla torta a Reggio Emilia. Nella nuova stagione, ma sempre nel 2022, il Milan ha coronato un altro sogno che inseguiva da qualche tempo e si è qualificato per gli ottavi di Champions League, sancendo definitivamente il ritorno del club ai piani alti del calcio internazionale.

2023, a noi due!

Adesso ci sarà la pausa per il Mondiale che, per il Milan, arriva tutto sommato in buon momento: i rossoneri hanno vinto con la Fiorentina all'ultimo secondo e già da qualche partita davano l'impressione di dover rifiatare un po'. Sette rossoneri saranno impegnati ai Mondiali, qualcun'altro andrà in Nazionale per qualche amichevole e poi ci si ritroverà a inizio dicembre per preparare la seconda parte di campionato che ripartirà da gennaio 2023 e che sa di nuovo campionato. I rossoneri prima di Natale saranno a Dubai per un ritiro in cui verranno giocate anche alcune amichevoli di lusso con squadre come Liverpool e Arsenal. Poi dal 4 gennaio, ore 12.30, si ripartirà per un nuovo tour de force che trascinerà tutti fino a giugno. Il Milan sarà ospite della Salernitana al rientro dalla pausa e inizierà così la sua rincorsa a un Napoli che ha chiuso in testa alla classifica, meritatamente, la prima parte di campionato. La distanza è ampia, otto punti, ma la rosa di Pioli ha fatto vedere maturità e grande voglia di rimanere attaccata con le unghie e con i denti ai propri obiettivi. Poi ci sarà la doppia sfida al Tottenham agli ottavi di Champions League tra febbraio e marzo: confronto ostico ma non proibitivo come potevano essere molti altri. Il Milan affronterà ogni impegno come sempre pensando partita dopo partita e a giugno si faranno i calcoli. Ora, giusto fermarsi e tirare un po' il fiato.