L'eterno giovane Giroud in Qatar per stupire ancora e a caccia di Henry

18.11.2022 15:00 di Francesco Finulli   vedi letture
L'eterno giovane Giroud in Qatar per stupire ancora e a caccia di Henry
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

Olivier Giroud deve aver trovato la fonte dell'eterna giovinezza perché altrimenti le prestazioni che ha avuto nell'ultimo anno, condite da gol pesanti e acrobatici, non si spiegano. Scherzi a parte, l'attaccante francese sta vivendo una seconda gioventù con la maglia del Milan che ha ringraziato per averlo fatto rientrare nel giro della Nazionale e quindi per averlo spedito a un Mondiale che un anno fa era irraggiungibile.

A caccia di Henry

Come riporta oggi il Corriere dello Sport, Olivier Giroud è il secondo giocatore più anziano all'interno della rosa della Francia dopo il terzo portiere Mandanda che, per inciso, non sarebbe partito per il Qatar se non si fosse infortunato Mike Maignan. A differenza dell'estremo difensore, Olivier è al Mondiale per essere protagonista. Pur in una squadra che ha tanta concorrenza in attacco e in cui potrebbe partire da riserva, Giroud potrà garantire con la sua esperienza, e magari il suo ingresso a gara in corso, un aiuto costante alla Nazionale di Deschamps. L'attaccante rossonero non vorrà solo ripetersi e alzare nuovamente il Mondiale quattro anni dopo Russia 2018 ma ha anche in mente di scrivere la storia del suo paese. Il record di gol in Nazionale di Thierry Henry dista solo 2 gol: Olivier è a 49, Titì a 51. Quale palcoscenico migliore per riscrivere i libri dei record?

Paura e acrobazie

Nell'anno 2022 con il Milan, Giroud ha riconquistato la Nazionale a suon di reti pesantissime e, ultimamente, anche molto acrobatiche. Inutile ricordare i gol segnati nel derby, a Napoli, a Roma contro la Lazio o la doppietta nella sfida Scudetto contro il Sassuolo. A partire dalla nuova stagione Olivier non ha perso il vizio dei gol pesanti e ha ritrovato quello delle acrobazie che lo ha sempre accompagnato nella sua carriere ma che si era visto poco nel suo primo anno in rossonero. I tifosi rossoneri hanno ancora negli occhi il gol contro il Bologna e ancora di più la sforbiciata in estensione che ha regalato i tre punti in extremis contro lo Spezia. Il tutto a 36 anni. Giroud in conferenza stampa le ha definite "Zlatanerie": chissà che non possa farne vedere qualcuna anche in Qatar e poi ancora in rossonero, magari proprio al fianco di un altro Benjamin Button come Zlatan Ibrahimovic.