Le pistole fumano anche in Polonia: Piatek centravanti simbolo ed ultima speranza rossonera

22.03.2019 16:00 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Le pistole fumano anche in Polonia: Piatek centravanti simbolo ed ultima speranza rossonera

Dieci. I minuti disputati da Piatek in Nazionale prima del gol, decisivo, realizzato contro l'Austria. Il Pistolero, titolarissimo nel Milan, non ha ancora assunto i gradi di protagonista assoluto con la Polonia, ma le sue pistole restano caldissime, anche dalla panchina. Il classe '95 ha segnato in tap-in, dimostrandosi ancora una volta l'uomo giusto al momento giusto. Che sia al Milan o con la maglia del proprio Paese poco importa.

NUOVO UOMO SIMBOLO - In Polonia sta impazzendo la Piatek mania, per un giocatore che sta stupendo anche in patria. In pochi, anche tra i suoi connazionali, si aspettavano una crescita così esponenziale. Il numero 19 rossonero sta oscurando lo stesso Lewandowski, anche se soltanto a livello mediatico. Il c.t. Jerzy Brzeczek, infatti, sta continuando a preferirgli il centravanti del Bayer Monaco e Milik, ma a decidere le partite è il Pistolero, anche subentrando dalla ripresa.

UOMO CHAMPIONS - La maggior parte delle speranze rossonere di conquistare un posto Champions sono rivolte proprio a Piatek, giocatore che, dal suo arrivo al Milan, ha segnato quasi il 50% dei gol in Serie A della formazione di Gattuso. Qualora Suso non dovesse ricominciare a buttarla dentro con una certa regolarità, il centravanti polacco rappresenterà probabilmente l'unica vera risorsa realizzativa, a meno che Gattuso non riesca a reinserire Cutrone, magari in coppia col polacco.