Franck, mantieni la parola. Ok Florenzi, Bakayoko e Pellegri. Mancano le pedine più importanti

22.08.2021 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    vedi letture
Franck, mantieni la parola. Ok Florenzi, Bakayoko e Pellegri. Mancano le pedine più importanti
MilanNews.it

"Rinnovo? I tifosi stiano tranquilli, io mantengo sempre la mia parola, dovrebbero conoscermi. Appena finisce l'Olimpiade torno a Milano e sistemo tutto, non ci saranno problemi. Io voglio essere 'Presidente' a vita".
Parole e musica di Kessie, di un mese fa. Nel frattempo del rinnovo nemmeno l'ombra. Eppure, caro Franck, il tuo torneo olimpico è finito da tre settimane e ne hai avute già due per 'sistemare tutto'. Eppure 'mantieni sempre la parola' no?
E allora non perdere l'occasione per farlo e per distinguerti dalla massa, dalla moda sempre più dilagante delle dichiarazioni a vanvera (sul tema chiedere ai vari Donnarumma e Lukaku, solo per citare alcuni esempi recenti).
Lo sai, quelle parole per i tifosi hanno significato tantissimo, hanno portato gioia come a una vittoria del Milan con un gol al 90esimo. E anche le promesse fatte a Maldini e a Massara, in un mondo normale, dovrebbero avere un senso. La cifra offerta è importante e non puoi dimenticare che ti hanno permesso, e non era scontato, di partecipare all'Olimpiade che poi, diciamocelo, ha causato anche l'infortunio che oggi crea un danno sul campo alla squadra.
E allora, come hai detto tu, prendi in mano la situazione e 'sistema tutto', basta poco, lo sai. Non far passare altro tempo.

Vicenda che sicuramente poteva essere gestita meglio anche dalla dirigenza: il rinnovo era ed è una priorità che andava presa di petto subito, con un'offerta congrua fin dall'inizio e senza far passare ogni volta settimane da un summit all'altro.
A questo proposito, sorprende la lentezza di ogni operazione in sede di mercato. L'arrivo di Florenzi (ottimo rinforzo) ha avuto i contorni della telenovela, o se preferite è sembrato un parto. Così come la ricerca del trequartista: a due mesi dalla partenza di Calhanoglu non c'è ancora un sostituto. Si aspetterà l'ultimissimo, sperando che la strategia alla fine possa pagare, con tutti i rischi del caso. Da questa operazione si misurerà la bontà del mercato del Milan e anche le ambizioni nella stagione che sta per iniziare. Pellegri e Bakayoko completeranno la rosa. Il primo è una scommessa che vale la pena giocare. Il secondo una buonissima riserva, nonostante una stagione al Napoli complessivamente non esaltante.

Domani partirà il campionato dei rossoneri, che sicuramente hanno fatto un upgrade in attacco grazie a Olivier Giroud. Il francese quando ha palle giocabili spesso e volentieri fa gol. Il problema è che va innescato a dovere e qui torniamo sempre alla necessità di rinforzi alle sue spalle. Serve un ultimo sforzo importante, per regalare a Pioli una rosa completa e per non vanificare il risultato della scorsa stagione.