Non può succedere, ha ragione Pioli. Infermeria e rientri decisivi. De Ketelaere e la miglior prestazione

20.09.2022 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    vedi letture
Non può succedere, ha ragione Pioli. Infermeria e rientri decisivi. De Ketelaere e la miglior prestazione
MilanNews.it

L’analisi di Milan-Napoli parte da un dato. I rossoneri non perdevano da 22 partite di fila, da gennaio scorso contro lo Spezia. E prima di capitolare contro gli azzurri questa squadra ha dato tutto, avrebbe meritato il pareggio ma il calcio è cinico, e non sempre si raccoglie ciò che si semina. Il Milan ha perso pur dominando gran parte del match, specialmente nel primo tempo, e avendo molte occasioni per segnare (la traversa di Kalulu è quella più clamorosa). Ha giocato senza il suo giocatore più importante e determinante, a testimonianza che la coralità del gioco di Pioli si può applicare anche senza Leao, Rebic, Origi, Ibra, ma alla fine è uscito da San Siro senza punti. Risultato amaro e beffardo, che lascia tutta la squadra insoddisfatta. Le parole di mister Pioli al termine dell’incontro sono la sintesi perfetta: “Se giochi così bene non puoi perdere”. Ed è la verità, perché il Milan teneva al record d’imbattibilità, perché il Napoli continua ad essere un tabù dal 2014, e perché la classifica alla sosta non è eccezionale. Ma soprattutto perché quando metti sotto una squadra preparata come il Napoli senza concretizzare, allora c’è rammarico. “Abbiamo fatto solo un gol, troppo poco per quello che abbiamo creato. C'è delusione, non dovevamo perdere”, ha ribadito Pioli.

La prova del Milan contro il Napoli è stata convincente, la squadra è cresciuta ulteriormente e se c’è insoddisfazione è il segno che anche la mentalità sta cambiando. Al rientro dalla sosta servirebbe un filotto di vittorie per rimettere le cose a posto in classifica, ed è una missione più che possibile vedendo il Milan contro il Napoli. Andranno recuperati però Rebic e Origi, per dare al tecnico rossonero più possibilità di scelta. A Milanello sperano di avere prima possibile l’esterno croato, mentre per Origi si monitora la situazione al tendine quotidianamente direttamente dal Belgio. Purtroppo per il Milan anche Hernandez e Calabria non sono al meglio dopo il match contro gli azzurri. Il terzino per un fastidio al flessore era stato sostituito alla ripresa con Dest, mentre Hernandez non ha risposto alla chiamata della nazionale francese per un problema all’adduttore. Sarà valutato in maniera approfondita in queste ore per capire se esiste una lesione e quanto dovrà rimanere fuori. Affaticamento anche con Tonali che però rimarrà in nazionale. Sarebbe importante per Pioli provare a riaverli tutti dopo la sosta, con la speranza che nessun altro tesserato Milan possa avere intoppi con le rispettive nazionali.

Serve tempo per vedere il vero Charles De Ketelaere. L’approccio del belga al mondo rossonero è stato un po' più timido di quello che ci si aspettava. Il giocatore ha grandissime qualità tecniche, elegante quando tocca il pallone, e ha un’ottima visione di gioco. Ma deve essere più incisivo. Contro il Napoli probabilmente è stata la miglior prestazione per continuità. E’ entrato nelle azioni più pericolose del Milan e pure i compagni lo hanno cercato con maggiore insistenza. Sicuramente da un giocatore dalle sue doti ci si aspetta qualche gol, e al momento è ancora a secco, ma è solo questione di tempo.