Rinnovo Leao: c’è l’incontro. Maignan e il retroscena Verona. Segnali importanti da due giocatori

18.10.2022 00:00 di Antonio Vitiello Twitter:    vedi letture
Rinnovo Leao: c’è l’incontro. Maignan e il retroscena Verona. Segnali importanti da due giocatori
MilanNews.it

Ore importantissime per provare a trovare l’intesa sul rinnovo di Rafael Leao. E’ previsto un incontro in sede a Casa Milan tra la dirigenza milanista, il padre e l’avvocato del portoghese per eliminare gli ostacoli maggiori di questa operazione. Il problema principale resta il risarcimento allo Sporting Lisbona, e su questa cifra ruota gran parte del prolungamento. Il Milan sarebbe disposto ad aiutare il giocatore e le soluzioni potrebbero essere due: aumentare l'ingaggio (la richiesta è di 7 mln) oppure sostenerlo economicamente in questo risarcimento al club portoghese. Maldini e Massara continuano a sperare, c'è fiducia, ma va messo nero sul bianco prima possibile. Entro il Mondiale si vorrebbe chiudere la storia. 

Simon Kjaer, Mike Maignan e Charles De Ketelaere corrono verso il rientro contro il Monza. Ritorni fondamentali per concedere a Stefano Pioli qualche soluzione in più e per consentire al Milan di alzare il tasso della qualità e dell’esperienza. Nello specifico il recupero di Mike Maignan viene visto a Milanello come uno dei più importanti in assoluto per due motivi. Il primo per valore tecnico del portiere, forte e decisivo ogni volta che difende i pali dei rossoneri, ma anche per una questione di leadership. Il francese riesce a governare la difesa con i suoi consigli e allo stesso tempo la squadra è molto più sicura quando sa di avere uno come Maignan in porta. A distanza di quasi un mese dall’infortunio al polpaccio con la nazionale francese, è pronto a rientrare a San Siro sabato 22 ottobre contro il Monza.

E lo hanno dovuto frenare perché Mike voleva giocare già contro il Verona. “Ho detto al mister e al dottore che volevo giocare dal primo contro il Verona, ma questo infortunio è pericoloso e ho ascoltato loro che ne sapevano più di me e mi sono fermato a lavorare e tornare pronto".

Ma anche il recupero di Kjaer è importantissimo perché si tratta di un elemento di grande esperienza. A causa del suo ko il Milan ha potuto effettuare poche modifiche al centro della difesa e si è dovuto affidare alla coppia inedita formata da Tomori e Gabbia.

Cresce la curiosità di vedere un De Ketelaere più convinto nelle decisioni in campo e più coinvolto nelle azioni offensive della squadra. Nelle ultime uscite ha giocato al di sotto delle sue doti tecniche, e il riposo forzato a causa di un affaticamento muscolare potrebbe averlo rigenerato psicologicamente. L’approccio al mondo rossonero non è stato semplice per il 21nne belga ma tutto l’ambiente di Milanello sta cercando di supportarlo per agevolare in maniera rapida l’adattamento nella nuova squadra.

Segnali importanti per Divock Origi, entrato bene contro il Verona. L’ex Liverpool non è ancora al meglio della forma fisica ma è un giocatore che può essere utilissimo alla causa. Gli infortuni lo hanno frenato per tutta l’estate ma ora sembra essere arrivato, finalmente, il suo momento. Dovrà crescere la condizione atletica ma siamo sulla strada giusta. L’altro giocatore completamente recuperato è Ante Rebic, bravissimo nel fornire l’assist vincente a Tonali a Verona. E ora vuole giocarsi il posto contro il Monza alla prossima di campionato.