Troppi infortuni, serve un rimedio. Ecco i nomi del mercato. Caso Ibra-Sanremo, la società spieghi.

03.01.2021 00:00 di Andrea Longoni Twitter:    Vedi letture
Troppi infortuni, serve un rimedio. Ecco i nomi del mercato. Caso Ibra-Sanremo, la società spieghi.

Buon anno a tutti i lettori di MilanNews. Si riparte. Archiviate o quasi le feste e il 2020, alle 18 il primo ostacolo stagionale si chiamerà Benevento del tanto amato Filippo Inzaghi. La prima di 24 finali del nuovo anno, ancora una volta con tante assenze, troppe. Tolti gli infortuni traumatici e gli stop da Covid, la serie di Ko muscolari della squadra di Pioli è davvero notevole e per questo lo staff dovrà cercare a tutti i costi un correttivo, se non un rimedio. Non si può ridurre tutto alla sfortuna. Sicuramente il 2020 anomalo ha inciso: aver giocato da giugno ad agosto ogni tre giorni e aver ripreso quasi subito ha costretto a una preparazione inedita, con tutti i rischi del caso. Va ricordato che il Milan ha sulle gambe le fatiche dei preliminari di Europa League e forse una rosa meno lunga rispetto alle altre big. Un aiuto può, anzi deve arrivare dal mercato, a maggior ragione vista la classifica che non deve lasciar spazio ad alcun tipo di rimpianto in futuro.
In difesa in pole c'è Simakan dello Strasburgo: giocatore esplosivo, dalle doti fisiche notevoli, che però non ha mai preso parte alle nazionali francesi, nemmeno delle Under. Ma in questo caso bisogna fidarsi della squadra mercato di Via Aldo Rossi: Maldini, che vede in lui il giocatore forte nell'uno come uno, Massara e Moncada, che conosce benissimo la Ligue 1.
Campionato che può esportare talenti a prezzi tutto sommato accessibili. Non è un caso che nel mirino per il centrocampo ci sia ancora Soumarè che nel Lille non è titolare inamovibile. Gioca in Ligue 2, ma non per demeriti propri, il 19enne del Tolosa Konè, promosso dallo scouting milanista e possibile operazione lowcost.
Se ci sarà l'occasione giusta arriverà anche un attaccante alternativo a Ibra. Lo svedese fin qui ha saltato più della metà delle partite del campionato e, se non altro per proiezione statistica, anche in questo 2021 difficilmente sarà sempre presente.
Il Sassuolo ha sparato alto per Scamacca, tra i preferiti della dirigenza rossonera. Nel frattempo il Genoa sta per mettere a segno un'operazione proprio in attacco, chissà che non possa essere un segnale per l'uscita dell'attaccante italiano.
A proposito di Ibra, la notizia della sua 'convocazione' a Sanremo ha scatenato dibattito, perplessità e preoccupazione tra i tifosi.
Ci rifiutiamo di credere che la partecipazione alla kermesse avrà modalità poco professionali: ma per fugare ogni dubbio sarebbe necessaria una comunicazione più chiara della Società, senza lasciare il tutto al chiacchiericcio del presentatore, del sito di turno o dell'esperto di gossip. Buon anno.