ESCLUSIVA MN - Valter Junior: “Flop Paquetà una sorpresa, aveva tutto per diventare top. Psg? E’ possibile”

25.01.2020 14:59 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
ESCLUSIVA MN - Valter Junior: “Flop Paquetà una sorpresa, aveva tutto per diventare top. Psg? E’ possibile”

Il reporter brasiliano Valter Junior, ha parlato a MilanNews.it del momento difficile che sta attraversando Lucas Paquetà.

Paquetà vuole andare via, cosa non ha funzionato nell'avventura al Milan?

“Il flop di Paqueà è una sorpresa, perché sembrava che avesse tutti gli strumenti per giocare bene in Europa. In Brasile era il padrone del centrocampo, giocando in quasi tutti i ruoli. Giocare in un ruolo con meno libertà è diventato un problema per lui. Gli allenatori possano non capire questa particolarità del suo gioco, cosi come lui non riesce a giocare con poca libertà. Anche il momento difficile del Milan è stato un problema per il suo adattamento”.

Cosa si dice in Brasile di questa crisi?

“Qui tutti si aspettavano che facesse bene in Europa, si pensava che lui fosse il futuro del centrocampo della nazionale brasiliana. Però non sta giocando bene e sono cresciuti tanti altri centrocampisti di qualità come Matheus Henrique e Bruno Guimaraes. Paquetá ha perso uno spazio importante con la nazionale, e sarà molto difficile che verrà chiamato da Tite per la qualificazione del mondiale”.

Pensi che entro il 31 gennaio possa andare al Psg di Leonardo? Pare sia l'unica offerta concreta per il giocatore...

“E’ una possibilità. Leonardo conosce Paquetá, e ci sono tanti brasiliani nel club che possono facilitare l’adattamento. Immagino che Paquetà voglia lasciare il Milan perché pensa di ritrovare la forma migliore, ma non credo che sarà la soluzione definitiva”.

Paquetà non è sereno perché non gioca, secondo te il giocatore non è troppo debole mentalmente per grandi palcoscenici?

“Paquetá non è il primo caso di calciatore brasiliano che non funziona nella sua esperienza europea. Il problema è che lui era una stella del calcio brasiliano, e credeva che il passaggio all'estero fosse facile, che lui sarebbe arrivato in Italia sarebbe diventato un subito un campione. Però ora è solo uno dei tanti giocatori della Serie A, e quando le cose non vado bene subentra la frustrazione. Lo stesso è successo con Gabriel Barbosa. E’ una situazione di aspettativa e realtà”.

di Antonio Vitiello