La Giovane Italia - Alessandro Citi, un gigante per il futuro rossonero

16.04.2020 17:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
Fonte: La Giovane Italia
La Giovane Italia - Alessandro Citi, un gigante per il futuro rossonero

Nonostante un’annata non particolarmente brillante dal punto di vista dei risultati sportivi, l’Under 17 rossonera sta mettendo in mostra alcuni profili molto interessanti, che sognano di raccogliere il testimone dai “fratelli maggiori” in grado di sfondare con il Milan dei grandi. Uno dei nomi si spicco della squadra allenata da mister Bellinzaghi è quello di Alessandro Citi, difensore centrale classe 2003 che sta emergendo come uno dei nuovi talenti da tenere d’occhio dalle parti del Vismara.

Tra Milan e azzurro - Nato a Romentino, in provincia di Novara, Citi si è vestito ben presto di rossonero, dopo una sola stagione a Novarello. Il Milan se lo è assicurato nel 2014, in giovanissima età, portando a casa un ragazzino che fin da subito ha mostrato di saperci fare. Una stoffa confermata nella sua buona trafila in maglia rossonera, che lo ha visto imporsi in tutte le categorie fino all’Under 17, assaggiata da sotto età nel 2018/19 e poi vissuta da protagonista nella stagione in corso, stoppata prima del tempo a causa del dilagare della pandemia del coronavirus. Una crescita, quella di Alessandro, che non è passata inosservata anche agli scout delle nazionali giovanili. Dodici le sue presenze in azzurro, equamente divise tra Under 15 e Under 16, mentre in Under 17 è arrivata la convocazione per il Tornei dei Gironi, disputato a Coverciano lo scorso novembre.

Gigante - Citi è un difensore centrale che fa della statura decisamente sopra la media il punto saliente del proprio profilo. Il metro e novantacinque di altezza lo fa svettare sui coetanei (e non solo), rendendolo di fatto imbattibile nel gioco aereo, sia in fase difensiva che quando si spinge in area avversaria in occasione di corner e punizioni a favore. Destro naturale, utilizza il piede preferito con buona proprietà, mentre deve crescere nell’efficacia del mancino, così come nel fondamentale della marcatura sul diretto avversario. La rapida crescita in altezza gli impone di doversi riempire dal punto di vista muscolare, aggiungendo forza esplosiva ad un profilo atletico già dotato di una buona velocità in progressione. Ragazzo tranquillo, ma al tempo stesso determinato e grintoso in campo, Alessandro è atteso al varco da un biennio fondamentale per la sua giovane carriera. Gli occhi del Milan sono puntati sul gigante di Romentino, che col salto in Under 18 e in Primavera dovrà dimostrare di potersi meritare un biglietto di sola andata per il calcio che conta.

Scopri le schede dei talenti rossoneri sull’Almanacco 2020 

Scopri i rossoneri presenti nelle classifiche dei 16 Ranking LGI