Ibrahimovic: "Fare l'allenatore? Non lo so, troppo stressante"

05.12.2020 00:02 di Manuel Del Vecchio Twitter:    Vedi letture
© foto di PhotoViews
Ibrahimovic: "Fare l'allenatore? Non lo so, troppo stressante"

Zlatan Ibrahimovic, intervistato da Massimo Ambrosini per Sky Sport, ha parlato della possibilità di allenare una volta appesi gli scarpini al chiodo: 

Quando smetti cos avuoi fare? “Non lo so. Ho due figli, due vite in un’altra vita. Con loro metto pressione e disciplina, devono capire come funzionano le cose. Disciplina, rispetto e sacrificio. È il dettaglio che ti costruisce. Allenatore? Non penso. È una cosa molto stressante. Se sei stato un calciatore stare fuori dal campo a dare indicazioni agli altri e magari non ci riescono… Finché posso continuare a stare bene gioco. Quando sei vecchio si parla solo di fisico, come con Totti. Non è che mancano le qualità. Se uno ha ritmo ce la fa. È quella la cosa importante. Non perdi qualità, è impossibile. È una questione fisica”.

Alcune volte i giocatori non si rendono conto: “Quello è ego, non accettano che è finita. Pensi di essere ancora il più forte, non sei realista. Io non ho questo ego, sono realista. Dopo l’infortunio sono andato in America per iniziare da 0. L’ho detto a Mourinho di non convocarmi, non ero lo stesso Ibra di prima. Dopo due anni di America mi sentivo vivo, allora sono tornato in Europa per vedere se ce la facevo, per questo ho firmato 6 mesi. Non è importante quello che dica la gente, devi avere fiducia ma anche essere realista. All’inizio non stavo benissimo, era un mese che non giocavo. È dura entrare nel ritmo”.