7 aprile 1987 - Fabio Capello diventa l'allenatore del Milan

07.04.2020 15:31 di Manuel Del Vecchio Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
7 aprile 1987 - Fabio Capello diventa l'allenatore del Milan

Il 7 aprile del 1987 Fabio Capello diventò l'allenatore del Milan, riporta SportMediaset. Subentrò a Nils Liedholm, di cui era il vice, dopo una sconfitta contro l'Avellino. Fra lo scetticismo di molti finì la stagione vincendo lo scontro Europa contro la Sampdoria. Nel 1991 tornò in rossonero per sostituire Sacchi, e da lì in poi è storia: nacque il Milan degli invicibili, che vinse il campionato 1991-92 senza mai perdere. Vinse anche il campionato successivo. Capello adottò iniziò ad adottare una tattica più difensiva e nella stagione 1993-94 si videro i risultati: i rossoneri ottennero un recod d'imbattibilità di 929 minuti che durò per 22 anni. Nel 1994 infine c'è la storica finale di Champions League contro il Barcellona di Crujff vinta per 4-0. Unica nota positiva europea fra le sconfitte in finale contro Marsiglia (1993) e Ajax (1996). Nel 1996 salutò in lacrime il mondo rossonero dopo quattro scudetti in cinque anni, una Champions League e una Supercoppa europea e approdò sulla panchina del Real Madrid. Il rapporto con i blancos però non durò a lungo: Capello tornò al Milan nella stagione 1997-98, probabilmente la peggiore della sua carriera.