acmilan - Diciotto anni fa, Malpensa accoglie Rui Costa

04.07.2019 22:24 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
Fonte: acmilan.com
© foto di Federico De Luca
acmilan - Diciotto anni fa, Malpensa accoglie Rui Costa

PIRLO E NAKATA: POI RUI COSTA
Boban e Leonardo avevano concluso insieme la loro carriera rossonera, nell'estate 2001. Il Milan aveva bisogno di un grande trequartista, sia per svoltare sul piano della qualità ma anche per servire gli assist giusti a due big come Inzaghi e Shevchenko. Dopo tanti giorni di attesa al Gallia di Milano, SuperPippo era infatti diventato rossonero. E proprio al Gallia nella prima settimana di luglio, era previsto il raduno rossonero di inizio stagione. Il bagno di folla ci sarebbe stato lo stesso, ma l'arrivo in extremis di un campione portoghese avrebbe reso tutto più elettrizzante. A fine giugno i rossoneri avevano trovato l'intesa per Andrea Pirlo. Ma il campione bresciano era reduce da anni deludenti, sembrava imploso e i tifosi non ne erano stati eccitati. A quel punto, nell'ultimo weekend di giugno, il Milan aveva sondato Hide Nakata, fresco di titolo di campione d'Italia conquistato con la Roma.

LA SVOLTA NELLA NOTTE
Nessun accordo con la Roma, domenica 1° luglio 2001. Il giorno successivo è quello di un summit tra il presidente Silvio Berlusconi e Adriano Galliani. Senza un grande rilancio della squadra sul mercato, anche Shevchenko avrebbe potuto rivedere la sua posizione. Poco prima della mezzanotte fra lunedì 2 luglio e martedì 3 luglio 2001 arriva l'ok decisivo al cellulare dell'a.d. Galliani che si trovava di fronte al ristorante milanese "La Risacca". In quel momento partono le telefonate verso i litorali portoghesi in Algarve, dove Manuel Rui Costa si trovava in vacanza. Stava per andare alla Lazio Manuel, che ripeteva: "Possibile che il Milan non mi prenda...". Ma alle 2 di notte c'è l'accordo Milan-Fiorentina per 85 miliardi di vecchie lire. Rui Costa si mette in viaggio a metà giornata e nel tardo pomeriggio raggiunge Malpensa. Sciarpa rossonera e bagno di folla. Che colpo, quel colpo!