acmilan - #tbt, il primo gol di Sheva, sarà anche l'ultimo

12.07.2019 00:36 di Matteo Calcagni Twitter:    Vedi letture
Fonte: acmilan.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
acmilan - #tbt, il primo gol di Sheva, sarà anche l'ultimo

STADIO CHINETTI, A POCHI TORNANTI DA MILANELLO
Il 13 luglio 2002, il Milan scende in campo per la prima amichevole rossonera. Scende, nel vero senso della parola. Pochi tornanti in discesa da Milanello ed ecco lo stadio Chinetti di Solbiate Arno (Varese) per affrontare sotto il sole del tardo pomeriggio la Solbiatese padrona di casa. I volti nuovi del Milan schierati all'inizio da Carlo Ancelotti erano due: Cyril Domoraud e Clarence Seedorf. Il francese non avrebbe fatto grande strada in maglia rossonera, l'olandese non era stato accolto bene dai tifosi per i suoi trascorsi interisti ma avrebbe fatto ricredere tutti. Il Milan proponeva anche Marco Borriello, dopo due stagioni in prestito fra Trieste e Treviso. In quella squadra non c'era ancora Rivaldo che sarebbe arrivato a fine luglio. E nemmeno Alessandro Nesta che sarebbe poi stato accolto trionfalmente a fine agosto.

DA SHEVA A... SHEVA
L'amichevole fra Milan e Solbiatese era un evento sospeso a metà, tra la prima parte dell'estate e quella decisiva. Non c'era nemmeno Costacurta, ancora ai margini del progetto 2002/03 del quale avrebbe poi fatto parte alla grande grazie ad una decisione societaria di fine agosto. Totale, pieno, work in progress. Come accadeva negli anni precedenti con Marco Simone e come sarebbe accaduto più avanti con Pippo Inzaghi, se il primo gol alla prima uscita amichevole del Milan fosse stato di una punta pura, sarebbe stato di buon auspicio. Al 10' minuto del primo tempo, il gol di Shevchenko segnato al portiere Castellini non solo avrebbe portato bene ma si sarebbe rivelato una sorta di premonizione. Di Sheva il primo gol stagionale a Solbiate (risultato finale 3-0 con le reti poi di Serginho e Borriello), di Sheva l'ultimo grande gol stagionale a Manchester, su rigore, nella Finale italiana di Champions League del maggio 2003. Pochi giorni dopo anche le reti di Rivaldo e Inzaghi contro la Roma in Finale di Coppa Italia. Tutti attaccanti, come voleva la regola dopo il gol di Sheva nel luglio 2002 nell'amichevole di Solbiate.