Le grandi trattative del Milan - 2003, Cafu innesto a parametro zero destinato al Giappone

08.04.2020 18:46 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Le grandi trattative del Milan - 2003, Cafu innesto a parametro zero destinato al Giappone

Il Milan nell’estate del 2003 si assicurò uno dei terzini più forti di tutti i tempi a parametro zero. Il laterale brasiliano aveva già dato il meglio alla Roma ed era a fine carriera, ma ebbe un buon impatto in rossonero nonostante i 33 anni. La Roma aveva deciso di non rinnovargli più il contratto così Cafù si accordò con il club giapponese dello Yokohama Marinos, poi la chiamata di Adriano Galliani gli fece cambiare idea. In quella posizione il Milan giocava con Simic prima e poi Costacurta, quindi Cafù regalò ad Ancelotti una grande alternativa in fascia. Il brasiliano firmò un contratto di due anni a un milione di euro a stagione, che poi fu rinnovato e in totale visse cinque anni di carriera al Milan.

L’intuizione di Galliani fu quella di inserirsi in una trattativa che non decollava a causa di alcuni problemi nati in Giappone con l’epidemia della Sars, che rallentò parecchio il trasferimento del “Pendolino” a Yokohama. Così l’amministratore delegato rossonero telefonò Cafù per convincerlo a rimanere in Italia, e senza investire nulla per il suo cartellino ottenne il si del Campione del Mondo.

Esordì in maglia rossonera il 27 agosto 2003 nella partita di campionato Ancona-Milan (0-2), mentre due giorni dopo conquistò il primo trofeo con i rossoneri: la Supercoppa europea 2003 contro il Porto. Con la maglia rossonera giocò 166 partite e siglò 4 gol. Vinse uno scudetto, una Supercoppa italiana, due Supercoppe europee, una Champions League e un Mondiale per club.