Milan, inizio davvero brutto. Si cambia subito modulo?

26.08.2019 08:00 di Antonio Vitiello Twitter:    Vedi letture
Milan, inizio davvero brutto. Si cambia subito modulo?

Il Milan ha steccato la prima partita della nuova stagione. Una brutta sconfitta in casa dell’Udinese che ha evidenziato tantissimi problemi, soprattutto in zona offensiva dove Piatek, Castillejo e Suso non hanno mai fatto male all’avversario. E infatti il tecnico a fine partita ha avuto la lucidità di fare un passo indietro, ma allo stesso tempo ha sconfessato il lavoro provato durante l’estate, quando ha ammesso che probabilmente il 4312 non è il modulo adatto agli attaccanti in rosa: “Devo pensare a mettere nella condizione migliore. Magari chiedo loro alcune cose e loro hanno altre caratteristiche. Fino ad oggi la squadra mi ha mostrato grande disponibilità e io poi devo capire la soluzione migliore in base alle caratteristiche delle partite. Devo lavorare in questa direzione”, ha confessato il tecnico. Poi nello specifico ha dichiarato che il problema è innescare Piatek: “Castillejo è quello che interpreta meglio le cose che gli chiedo. Fa le cose per bene. Bisogna mettere gli altri due, soprattutto Piatek, nelle condizioni migliori. Forse da solo gioca meglio. Dobbiamo costruire qualcosa di diverso la davanti. Vado oltre la partita di oggi. So quelli che sono gli sviluppi offensivi di una squadra che deve andare in verticale. Mi immagino già che cosa si deve fare. Devo spostare qualcosa”.

Tuttavia la squadra ha sbagliato approccio dall’inizio alla fine. Basti pensare che nel primo tempo i rossoneri hanno chiuso senza effettuare neanche un tiro nello specchio. Era dal derby di ottobre 2018 che la formazione milanista non chiudeva i primi 45 minuti con questo dato negativo. Insomma il Milan ha iniziato la Serie A 2018/19 con il piede sbagliato, ed è la quinta volta nelle ultime otto stagioni che il Milan ha perso la partita d'esordio. Dato che testimonia una difficoltà della formazione milanista di approcciare al campionato. In questo caso oltre a una carenza fisica, in quanto i giocatori hanno corso sotto ritmo, c’è anche un problema tattico. Giampaolo proseguirà con il trequartista o passerà al tridente?