Pellegatti su Ibrahimovic: "Il Milan deve dare l'aut-aut"

12.12.2019 00:36 di Pietro Andrigo   Vedi letture
Pellegatti su Ibrahimovic: "Il Milan deve dare l'aut-aut"

Pellegatti sul suo profilo youtube ha parlato della situazione legata a Zlatan Ibrahimovic, queste le sue parole:

"Continua l'attesa sulla decisione di Zlatan Ibrahimovic. Giunti a questo punto non mi sento di dare consigli alla dirigenza rossonera ma sapete quanto io brami per l'arrivo di Ibrahimovic, un giocatore di 38 anni ma dalla grande valenza sia per la squadra che per esperienza che per classe e professionalità. Ecco perchè io bramo per l'arrivo di Ibra e pertanto non ci sono dubbi, ripensamenti o cambi di opinione. Ma però bisogna ricordare che prima di tutto c'è il Milan. Sono passati dirigenti, allenatori e giocatori e in questo senso mi sento di dare un suggerimento ai dirigenti, se già non hanno fatto questa considerazione.  Il Milan ha già fatto un'offerta congrua per il valore e la genialità del giocatore ed ora deve dare l'aut-aut, ovvero una scadenza dicendogli: "Caro Ibra, questa è la nostra offerta, entro il 15 Dicembre devi darci una risposta altrimenti teniamo Leao, Piatek e andiamo a prenderne un altro". La scadenza deve esserci perchè il Milan non ne ha bisogno a fine gennaio, altrimenti avrebbe fatto un ingaggio di 5 mesi, ma ne ha bisogno subito.

E per averlo subito, Ibra che non gioca dal 25 Ottobre ha bisogno di allenarsi dal 16 Dicembre, dopo le eventuali visite e torni in forma perchè un conto è giocare e un conto è allenarsi. C'è l'opportunità di un esordio o per la presentazione con la Spal in Coppa Italia, così come Van Bommel quando esordì contro la Sampdoria nel 2011 ma Ibra non è più giovanissimo e ha bisogno di tre settimane di preparazione almeno per arrivare in buone condizioni. Il Milan però non può aspettarlo fino al 29 Dicembre, sia perchè bisognerebbe aspettare tanto per riaverlo in campo sia per il contratto oneroso. Mi auguro quindi che Zvonimir Boban che ha seguito questa trattativa dica: "Ibra, libero di darci una risposta ma entro una data di scadenza che sia il 13, il 14 o il 15 dicembre" Non avendo una risposta, quindi, riteniamo che Ibrahimovic non sia interessato a venire al Milan e ce ne faremo una ragione, una triste ragione. Sono pronto poi a ricevere i vari commenti che diranno che doveva venire, sono pronto a vincerli ma serve dare una data. Così si può averlo dal 16 e presentarlo il 6 o l'11 di Gennaio, quindi questo mi permetto di dire se già non l'ha fatto Boban che è un dirigente avveduto. La data di scadenza, l'aut-aut, il Milan o non Milan e decidi tu dove andare"