TMW - I verdetti della stampa. Milan: Kessie il migliore, voti altissimi per Pioli

24.05.2021 21:00 di Nicholas Reitano  Twitter:    vedi letture
Fonte: Antonio Vitiello e Pietro Mazzara
TMW - I verdetti della stampa. Milan: Kessie il migliore, voti altissimi per Pioli
MilanNews.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Tempo di verdetti. Di bilanci. È finito il campionato di Serie A 2020-2021: Inter campione, poi Milan, Atalanta e Juventus in Champions League. Giù Benevento, Parma e Crotone. Cristiano Ronaldo capocannoniere, per la prima volta da quando è in Italia. Ma non è tutto qui: TuttoMercatoWeb ha deciso di interpellare tre firme per ogni piazza di Serie A per i giudizi sulla stagione appena conclusa. Chi è stato il migliore? Chi il peggiore? Quale voto alla squadra? E quale all’allenatore?

IL MIGLIORE 

Marco Fallisi (Gazzetta dello Sport): “Kessie e Ibrahimovic. Lo svedese è stato l’uomo della svolta, ha tenuto il Milan in alto quando ha giocato. Kessie ha preso i compagni per mano quando è mancato il totem”.

Federico Masini (TuttoSport): “Pioli. Il tecnico ha saputo dare continuità dopo l’eccellente estate 2020, è stato primo per metà campionato e ha chiuso al secondo posto dopo aver rischiato la beffa di rimanere fuori dai primi quattro. Lo ha fatto per metà campionato senza Bennacer e soprattutto Ibrahimovic. E il secondo posto, con un organico inferiore a Juve, Napoli e Atalanta, è come uno scudetto a livello personale”.

Carlo Pellegatti : “Kessie è stato il migliore giocatore, fondamentale è stata la presenza di Ibra ma a livello di continuità e carisma e qualità di gioco Kessie è stato certamente il migliore”.

IL PEGGIORE

Marco Fallisi (Gazzetta dello Sport): “Mandzukic: insufficiente perché tradito dai muscoli, in quelle poche occasioni che ha avuto non è mai riuscito a fare la differenza L’unica pecca del mercato del Milan di quest’anno. Avrebbe dovuto portare gol al posto di Ibra invece non ha mai giocato”.

Federico Masini (TuttoSport): “Mandzukic. Brutto infierire, ma il croato più che un colpo da scudetto (quando è arrivato il Milan era primo), è stato un peso. Poche gare, nessun gol e nessun apporto da vice Ibra”.

Carlo Pellegatti : “Mi dispiace ma dico Mandzukic. Perché non è riuscito ad esprimere le sue qualità a causa dei problemi fisici”. 

VOTO ALLA SQUADRA

Marco Fallisi (Gazzetta dello Sport): “Otto perché ha dominato per mesi, aveva l’obiettivo Champions e l’ha centrato con merito. Ha ottenuto il record in trasferta e ha svolto un campionato sempre ai vertici, un gruppo giovane che si è dimostrato maturo”. 

Federico Masini (TuttoSport): “9. Il secondo posto fa tutta la differenza del mondo. Col quinto sarebbe però stata una stagione comunque da 7”.

Carlo Pellegatti : “Voto otto, dieci se il Milan vinceva il campionato. Grandissimo campionato condotto sempre tra le prime quattro. Davvero una bella stagione”.

VOTO ALL’ALLENATORE 

Marco Fallisi (Gazzetta dello Sport): “Otto per Pioli. Ha costruito una squadra da Champions giorno dopo giorno, bravo a gestire il gruppo e ha costruire un modulo adatto alle loro caratteristiche. Ha tenuto la barra dritta dopo le sconfitte. Lavoro incredibile sulla testa dei giocatori”.

Federico Masini (TuttoSport): “9.5. Sarebbe da 10, ma mezzo punto in meno perché il rendimento in casa ha vanificato la possibilità prima di provare a contrastare l’Inter fino alla fine e poi di arrivare con più serenità in Champions”.

Carlo Pellegatti : “Pioli merita un bell’otto in pagella. Il Milan è stato sempre al vertice della classifica da un anno, è riuscito con una squadra giovane a superare i momenti difficili”.