TMW - Milan, seconda gara in Europa: la partita con l'Atletico dirà tanto sui rossoneri

28.09.2021 15:40 di Pietro Andrigo Twitter:    vedi letture
Fonte: Ivan Cardia per Tuttomercatoweb
TMW - Milan, seconda gara in Europa: la partita con l'Atletico dirà tanto sui rossoneri

Anfield si può considerare come una sorta di prova generale. Il Milan tornava in Champions dopo sette anni e il Liverpool è tornata la corazzata di due anni fa, più che la bagnarola della scorsa stagione. Il Milan se l’è pure cavata abbastanza bene a livello di risultato, un po’ meno quanto a prestazione ma va bene così. Battesimo di fuoco superato. Ora si fa sul serio. I rossoneri ripartono da dove avevano lasciato, contro l’Atletico, nel 2014. Da San Siro, che può essere un fattore in questa Champions League. Di più: che deve essere un fattore, in questa Champions League. Di fronte, una squadra che sulla carta non avrebbe nulla da invidiare ai Reds, ma che nei fatti ha fin qui stentato, sia in Spagna che in Europa. Non diventa solo per questo una partita semplice. Ma se non ora quando?

È solo la seconda, ma stasera è già una partita decisiva per capire se il Milan ha un futuro in Europa. Inseriti in un raggruppamento che ha portato all’estremo il concetto di girone di ferro, i rossoneri hanno realisticamente poche speranze di passare il turno. Conquistare il terzo posto che varrebbe almeno la porticina di servizio dell’Europa League sarebbe già un buon risultato. Poi, per carità, a una banda di ragazzi terribili che da un anno e mezzo gioca a mille nessun sogno è proibito. Si passa, però, dalle gare interne. Anfield è andato, il Wanda Metropolitano sarà un altro campo dove cercare l’impresa, per sapere quanto sia semplice espugnare il Dragao meglio chiedere informazioni alla Juventus che ci ha sbattuto il muso non molto tempo fa. Insomma, ce ne sarà abbastanza da mettersi le mani tra i capelli. E la seconda giornata non può considerarsi di certo un’ultima spiaggia. Però i punti vinti o persi in casa faranno la differenza, alla fine. Il Milan alla sfida di oggi arriva in salute, contro un avversario che non può dire altrettanto. È presto, è lunga, ma se non ora quando?