Aggrappati a Ibrahimovic, oggi più che mai: il Milan ha un disperato bisogno del suo totem

27.04.2021 12:00 di Salvatore Trovato   Vedi letture
Aggrappati a Ibrahimovic, oggi più che mai: il Milan ha un disperato bisogno del suo totem

Aggrappati a Ibrahimovic, oggi più che mai. Il Milan avrà anche giocato buone partite senza Zlatan (e ottenuto discreti risultati), ma con lui in campo è tutta un’altra musica, inutile girarci intorno. Questione di leadership, certo, ma anche di qualità. Perché lo svedese è un campione e non un semplice attaccante di esperienza.

ASSENZA PESANTE - Come evidenzia La Gazzetta dello Sport, l’assenza di Ibrahimovic nella fase cruciale della stagione ha pesato tremendamente. Senza il suo totem il Milan ha retto solo contro il Genoa, poi è finito al tappeto due volte di fila e si è risvegliato al quinto posto. Solo una coincidenza? No, assolutamente no. Sono i mancati i suoi gol, le sue giocate, anche i suoi rimproveri. Insomma, è mancato il principale pilastro della rosa milanista.

ULTIMA CHIAMATA - Se tutto andrà come deve, Ibra tornerà in campo al prossimo giro, contro il Benevento. Il Milan ha un disperato bisogno del suo carisma e della sua esperienza. Perché da oggi in poi comincia un altro campionato. Non ci sono più margini di errore né vantaggi da poter gestire: ora bisogna vincere sempre e sperare. Saranno gli attributi a fare la differenza.