Corsa e qualità, Bennacer ha cambiato il Milan. Ma con 12 gialli è il più "cattivo" dei campionati europei

27.02.2020 14:30 di Salvatore Trovato   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Corsa e qualità, Bennacer ha cambiato il Milan. Ma con 12 gialli è il più "cattivo" dei campionati europei

Il Milan ha un punto di riferimento in attacco (Ibrahimovic), ma anche un cervello in mezzo al campo. Si tratta di Ismael Bennacer, uno dei punti di forza della squadra di Stefano Pioli. L’algerino è il "play" che detta i tempi, che verticalizza, che strappa la manovra con le sue incursioni palla al piede. Ma è anche un uomo di “rottura”, di interdizione. In soldoni: un giocatore eccellente in fase di impostazione, ma utile anche in ripiegamento.

CATTIVO - Utile ma spesso irruento. Troppo irruento. Non a caso, come riporta La Gazzetta dello Sport, Bennacer è il più "cattivo" d’Europa, prendendo in considerazione i vari campionati europei. Nessuno, infatti, ha ricevuto tante ammonizioni come il centrocampista rossonero. Il conto dei cartellini gialli è salito a 12: in pratica Ismael è stato sanzionato in quasi tutte le partite (17) finora giocate da titolare. Un limite, ovviamente: l’ex Empoli, infatti, ha già saltato due gare per squalifica.

CRESCITA - Bennacer sta mettendo in mostra le sue qualità, ma per diventare un top player dovrà correggere certi aspetti del suo "stile". Perché giocare costantemente col peso di un cartellino non è il massimo. Crescerà anche sotto questo aspetto: Ismael è sulla strada giusta per trasformarsi in un campione.