Diego Lopez, calciatore e uomo da cui ripartire per tornare grandi: il Milan non può prescindere da lui

24.05.2015 14:00 di Thomas Rolfi Twitter:   articolo letto 15996 volte
© foto di ALBERTO LINGRIA/PHOTOVIEWS
Diego Lopez, calciatore e uomo da cui ripartire per tornare grandi: il Milan non può prescindere da lui

Diego Lopez è il giocatore del Milan che - episodio di Reggio Emilia a parte - ha dimostrato di avere la miglior continuità di rendimento in questa travagliata stagione rossonera. Il portierone di Paradela ha dimostrato durante tutto l'anno di essere un estremo difensore di grande affidabilità e efficacia. L'episodio di Parma non lo cataloghiamo volutamente come 'errore' in quanto causato da una fitta avvertita al muscolo della gamba ancor prima di provare a controllare il retropassaggio di De Sciglio, come dichiarato dallo stesso giocatore. Oltre che la resa sul terreno di gioco, quello che piace di Diego Lopez è la sua tranquillità e il suo essere leader, anche se silenzioso, fuori dal rettangolo verde.

NUMERO 1 DI LIVELLO - Pur non indossando il numero 1 sulla maglia, l'estremo difensore iberico è l'indiscusso portiere titolare del Milan. E' stato infatti il primo dopo Dida a scalzare Abbiati dal suo ruolo. Non ingannino i 42 gol subiti con sole 5 partite terminate senza subire reti a fronte di 28 presenze. Il passivo sarebbe potuto essere di gran lunga più pesante senza gli interventi, in alcuni casi miracolosi, di Diego Lopez e la classifica avrebbe potuto essere ancora più sportivamente drammatica per il Diavolo.

LEADER SILENZIOSO - Indipentemente dalle prodezze in campo, ciò che colpisce maggiormente per chi segue quotidianamente le vicende rossonere, è l'estrema tranquillità che dimostra di avere il portiere ex Real Madrid. Questa sua pacatezza non deve però essere scambiata per mancanza di personalità. Diego Lopez, infatti, in ogni dichiarazione che rilascia, dimostra di averne, assumendosi anche lui responsabilità (pur non avendone alcuna) di una stagione disastrosa e sottolineando sempre in ogni intervista che rilascia il peso della maglia che indossa. Molti suoi compagni dovrebbero prendere esempio da lui. Un giocatore e un uomo da cui non si può prescindere se si vuole tornare grandi, un giocatore e un uomo da Milan.