Donnarumma a MTV: "L'ultimo derby perso fa male, ci serva da lezione"

19.09.2019 17:48 di Thomas Rolfi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Donnarumma a MTV: "L'ultimo derby perso fa male, ci serva da lezione"

Gianluigi Donnarumma è stato intervistato ai microfoni di Milan TV. Ecco le parole del portierone rossonero al canale ufficiale del club.

Sulla crescita personale costante: "Prima hai meno responsabilità, perchè sei molto giovane, e quindi rischi qualcosa in più. Poi piano piano cresci in esperienza e sai quando andare o meno. Sono molto molto contento dei progressi che ho fatto".

Sul Milan come miglior difesa dell'anno solare 2019: "Dobbiamo fare i complimenti anche alla squadra e alla difesa, che mi aiuta tanto e che sta facendo un grosso lavoro sia in allenamento che in partita".

Sul derby vinto 3-0 con Mihajlovic in panchina: "Mister Sinisa è stato molto importante. Gli auguro tutto il bene del mondo, so che è un leone e che ce la farà. In quel derby eravamo tutti motivati. Io, a dir la verità, a fine partita mi sono messo la maglia in testa e la lacrima è scesa. Ero davvero molto emozionato. Aver vinto 3-0 il primo derby giocato è stato molto emozionante".

Sull'ultimo derby perso: "Fa ancora un po' male. Ci deve tornare in mente quella partita, perchè da lì è cambiata la nostra stagione. E' diminuita un po' l'autostima da lì e i risultati sono stati negativi. Dobbiamo pensarci tutti a quella partita e al dopo, bisogna dare tutto e speriamo di fare un grandissimo risultato".

Sulle parole di Boban che lo hanno incoronato leader: "Lo ringrazio tanto per le parole. Io cerco di dare il massimo e di spronare i miei compagni sia in allenamento che in partita. E' normale che io da dietro guardo, riesco a capire determinate situazioni e riesco a dare una mano ai compagni. Anche in allenamento, a me non piace perdere neanche nella partitina, mi arrabbio e cerco di spronarli per provare a far loro dare il massimo in allenamento".

Sugli insegnamenti di Turci, prepatore dei portieri: "Mi sta dando tanto, è anche un grandissimo motivatore. E' molto bravo a farmi dare il massimo in allenamento e prima delle partite. Sto crescendo ancora tanto, lo ringrazio. Giorno dopo giorno lavoriamo sulle cose da migliorare, ovvero tutti gli aspetti. Speriamo di fare un grandissimo lavoro quest'anno".

Sull'esultanza a fine partita a Verona: "Avevo un'adrenalina pazzesca addosso. Per noi era importante vincere, perchè vincere aiuta a vincere e aumenta l'autostima. Avevo voglia di scaricare l'adrenalina dopo quella punizione ed esultare con la mia squadra".

Sul derby e sul supporto dei tifosi: "Sappiamo che il derby è una partita a sè, molto sentita anche da parte dei tifosi. Hanno un ruolo molto importante per noi, ci devono stare vicini. Stiamo lavorando bene, anche se nella prima partita abbiamo fatto un po' più di fatica, ma è normale con un nuovo allenatore. Lo stiamo seguendo e sono sicuro che piano piano riusciremo a venir fuori anche nel gioco. Devono essere fiduciosi e darci una grossa mano e sono sicuro che così sarà".