Due pretendenti, una sola maglia: Calha e Paquetà si giocano la titolarità

04.09.2019 17:30 di Thomas Rolfi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Due pretendenti, una sola maglia: Calha e Paquetà si giocano la titolarità

Marco Giampaolo è stato chiarissimo nel corso delle interviste rilasciate in queste prime settimane. Per il modo di intendere il calcio del tecnico nativo di Bellinzona, sulla trequarti deve giocare un calciatore con le caratteristiche dell'attaccante. Si rassegnino, dunque, sia Hakan Calhanoglu che Lucas Paquetà, Giampaolo per loro ha designato il ruolo di centrocampista. Ne consegue, perciò, che i due siano in concorrenza tra loro e difficilmente si potranno vedere in campo contemporaneamente, almeno al fischio d'inizio.

UN RUOLO, DUE INTERPRETAZIONI - Se da una parte Giampaolo considera mezzali sia Calhanoglu che Paquetà, diverso, però, è il modo di interpretare quel ruolo da parte dei due calciatori. Il primo gioca in quella posizione da molto più tempo e ha ormai affinato gli automatismi e i movimenti da compiere, soprattutto in fase di non possesso. Se il turco può garantire maggior disciplina da un punto di vista tattico, il brasiliano può offrire una maggiore fantasia e più inventiva in fase offensiva. 

DUE PRETENDENTI, UNA SOLA MAGLIA - Con l'arrivo di Rebic, inoltre, il reparto offensivo si è arricchito di un altro attaccante che può giocare in tutti i ruoli: prima, seconda punta e anche trequartista, nell'accezione che dà Giampaolo di 'falso attaccante'. Sia Calhanoglu che Paquetà hanno espresso, nel corso di questi ultimi mesi, la volontà di giocare sulla trequarti, pur assicurando massima disponibilità all'allenatore in merito alla posizione in cui vorrà schierarli. Entrambi, perciò, saranno costretti a giocarsi una maglia. In attesa che Bonaventura torni al 100%, aumentando la concorrenza e migliorando la profondità della rosa.