Felice di essere tornato: le parole di Davide Calabria e l’entusiasmo per la nuova stagione

01.08.2021 14:00 di Pietro Andrigo Twitter:    vedi letture
Felice di essere tornato: le parole di Davide Calabria e l’entusiasmo per la nuova stagione
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Tra i punti fermi della rosa di Stefano Pioli non si può non citare il nome di Davide Calabria. Il terzino rossonero, autore di una grande stagione nello scorso campionato, non si è affermato solo come un terzino affidabile e di qualità ma anche come un giocatore dalla forte personalità e dal grande senso di appartenenza. Reduce da un problema fisico e da una conseguente operazione, Calabria ha bruciato i tempi di recupero dimostrando un’ottima risposta fisica ma soprattutto mentale: un chiaro segnale dell’entusiasmo del numero 2 rossonero per la prossima stagione.

LE PAROLE DI DAVIDE - Nell’incredibile crescita di Davide Calabria, oltre al lato tecnico, stupisce la consapevolezza mentale e caratteriale guadagnata dal classe 1996: da ragazzo silenzioso all’interno dello spogliatoio, il nativo di Brescia è diventato un uomo determinato e capace di parlare con fatti e parole chiare. Tra giudizi sugli addii di ex compagni e sul rapporto con Pioli e la squadra, Calabria ha dimostrato di avere le aspettative chiare sulla prossima stagione come sottolineato da queste dichiarazioni al Corriere dello Sport: "Lo scorso anno siamo arrivati secondi e nessuno pensava che avremmo potuto raggiungere quel risultato perché i favoriti per il titolo erano le formazioni arrivate tra le prime quattro la stagione precedente. Se adesso nessuno crederà in noi, tanto meglio. L’obiettivo è continuare a migliorare. La squadra deve portare avanti un processo di crescita e quest’anno ci aspetta un nuovo step visto che giocheremo in Champions League e avremo altre gare di grandissimo livello”

NUOVO LEADER - Tra giocatori in entrata e in uscita il Milan, anche in questo mercato, accoglierà tanti volti nuovi. Per quei giocatori che arrivano da realtà esterne rispetto a quelle rossonere, è fondamentale capire cosa voglia dire vestire la maglia del Diavolo e senza dubbio Calabria può essere il perfetto testimonial. Con l’addio di Donnarumma, il terzino classe 1996 diventa il principale rappresentante del settore giovanile rossonero all’interno della prima squadra e in questo senso dovrà trasmettere il dna Milan ai compagni e ai nuovi arrivi. Calabria, quindi, potrà e dovrà essere uno dei leader della squadra di Pioli che punta non solo a confermarsi ma soprattuto a migliorare i propri risultati.