Gazzetta - Gazidis, quanti temi da affrontare: da Ibra, Pioli e Maldini alle questioni stadio e sponsor

29.04.2020 08:00 di Enrico Ferrazzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Gazzetta - Gazidis, quanti temi da affrontare: da Ibra, Pioli e Maldini alle questioni stadio e sponsor

In attesa di capire se e quando riprenderanno gli allenamenti e il campionato, Ivan Gazidis ha sul proprio tavolo diverse questioni da risolvere entro un paio di mesi: a riferirlo è questa mattina La Gazzetta dello Sport che spiega che in questo momento la pratica più urgente è senza dubbio quella che riguarda il taglio degli stipendi. Il Milan vuole ridurre gli ingaggi sul modello della Juventus (piccola trattenuta sugli stipendi dell'attuale stagione, mentre sarà più cospicua sugli ingaggi dei primi mesi della prossima annata) e ha presentato la sua proposta ai giocatori che dovranno dare una risposta tra questa settimana e la prossima (la società vuole raggiungere un accordo entro il 18 maggio, ossia il giorno in cui dovrebbero riprendere gli allenamenti).

SPONSOR E STADIO - A livello societario, ci sono poi altre due questioni che Gazidis deve affrontare nel breve periodo: la prima riguarda gli sponsor, mentre la seconda riguarda il nuovo stadio. Per quel che concerne il primo tema, nelle prossime settimane è attesa l'ufficialità del rinnovo con Emirates e l'annuncio di un paio di nuove partnership. Prosegue invece con il Comune il dialogo sul nuovo stadio che Milan e Inter vogliono costruire insieme: i due club si aspettano ulteriori riscontri positivi in tempi piuttosto rapidi. 

CAMPO E SOCIETA' - Passiamo poi alle questioni di campo, dove ci sono diverse cose da risolvere, in primis il tema dell'allenatore: da una parte ci sono infatti le continue voci su Rangnick, dall'altra c'è Pioli, il cui lavoro in questi ultimi mesi sulla panchina rossonera è stato molto apprezzato anche dallo stesso Gazidis. L'ad milanista, non appena Ibrahimovic tornerà in Italia, dovrà incontrare lo svedese, il cui futuro resta ancora molto incerto. C'è infine un'altra questione molto delicata, cioè quella riguarda il destino di Paolo Maldini: il dt continua a lavorare senza sosta, ma in caso di ruolo depotenziato la sua permanenza al Milan appare molto difficile.