Gazzetta - Giroud e il sogno Milan che si è finalmente avverato: nessuna paura della 9, che coppia con Ibra

03.08.2021 07:52 di Enrico Ferrazzi Twitter:    vedi letture
Gazzetta - Giroud e il sogno Milan che si è finalmente avverato: nessuna paura della 9, che coppia con Ibra
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Olivier Giroud si è presentato ieri pomeriggio a Milanello e lo ha fatto alla sua maniera: voglioso di essere protagonista con il Milan e fiero e orgoglioso di indossare finalmente la maglia rossonera. Questo era uno dei suoi sogni fin da bambino: "Da piccolo avevo quello di giocare in Premier League e nel Milan. Arsenal e Milan erano le squadre preferite e essere qui ora è come un sogno che si avvera. Ammiravo Papin, Van Basten, Shevchenko che poi è diventato un amico. Gli ho chiesto anche consigli sul mio futuro. Il mio tempo al Chelsea era finito e sono orgoglioso di essere al Milan. Era il momento per scoprire un nuovo campionato, un nuovo paese, una nuova cultura. Ho colto una grande opportunità" le parole dell'attaccante francese riportate questa mattina dalla Gazzetta dello Sport. 

IN COPPIA CON IBRA - Nelle scorse settimane, si è spesso parlato di Giroud come alternativa a Zlatan Ibrahimovic, ma l'ex Chelsea è certo che i due potranno fare bene anche in campo insieme: "E’ bellissimo avere la possibilità di giocare con grandi campioni come Ibrahimovic. Pioli mette la squadra in campo e io posso portare esperienza. Io e Ibra possiamo essere complementari, non è difficile capirsi con giocatori come lui. Ho già parlato con lui alcune volte in allenamento e gli ho chiesto come andasse l’infortunio. Ha una grande personalità. Sono pronto a giocare con lui e a dimostrare che possiamo giocare insieme, ma non sono io l’allenatore. Il manager è qui per prendere le decisioni e potrà contare su due attaccanti di grande esperienza. Sono sicuro che porteremo tanto alla squadra. Io ho le mie qualità, lui le sue. Sarà una buona cosa per Pioli avere a disposizione centravanti diversi. E poi io sono il tipo che si adatta alle caratteristiche degli altri, l’ho sempre fatto". 

NESSUNA PAURA - Nonostante il fallimento di tanti centravanti con quel numero, Giroud non ha paura e ha deciso di indossare comunque la 9: "Come ho detto sono cristiano, non credo nelle maledizioni, se giocherò bene o male non sarà per il numero che porto sulla schiena. Terrò sempre a mente che è una maglia indossata da tanti campioni, questo sì, ma non sono superstizioso e non credo ci sia nulla da sfatare". Insomma, l'attaccante francese è molto carico per questa nuova avventura e non vede l'ora di essere protagonista con la maglia del Milan.