Gazzetta - Leone Zlatan, continua a ruggire e non vuole fermarsi qui: i compagni lo amano e lo seguono

18.10.2020 10:03 di Salvatore Trovato   Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Gazzetta - Leone Zlatan, continua a ruggire e non vuole fermarsi qui: i compagni lo amano e lo seguono

Il leone non è più giovanissimo. Ma ruggisce ancora. Eccome se ruggisce! E azzanna. Perché ha ancora "fame", tanta fame. Nonostante le 39 primavere sul groppone, i tanti gol segnati e le vittorie in giro per l’Europa. Ma Ibrahimovic non ha intenzione di fermarsi. Ieri si è abbattuto come un treno in corsa sull’Inter, regalando al Milan una vittoria nel derby che mancava da quattro lunghissimi anni.

NUMERI - Ancora una volta, Zlatan si è preso il Milan. Lo aveva raccolto avvilito a gennaio - scrive La Gazzetta dello Sport - e lo ha riportato in Europa. Ora addirittura in cima al campionato. Il campione svedese è stato a casa con il virus, non ha potuto allenarsi come gli altri. Ma Ibra non è come gli altri. A 39 anni e 14 giorni è entrato nella top ten dei goleador più vecchi della Serie A ed è con Piola il bomber con più marcature multiple in Serie A (4) dopo i 38 anni. È anche il marcatore più anziano in un derby di Milano.

LEADER - "Ho voglia di vincere", ha dichiarato nel dopo-partita. Perché Ibrahimovic proprio non riesce a placare la sua fame di trionfi. Inutile girarci intorno: il fuoriclasse di Malmö è il miglior investimento del giovane Milan. I compagni lo amano, lo seguono. Non badano ai rimproveri, al contrario: ne fanno tesoro. Il gruppo cresce anche così.