Gazzetta - Milan, Pasqua in testa tra clean sheet e il ritorno al gol

16.04.2022 10:00 di Francesco Finulli   vedi letture
Gazzetta - Milan, Pasqua in testa tra clean sheet e il ritorno al gol
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Il Milan si regala una Pasqua in cima alla classifica, fatto non scontato dopo le ultime due deludenti prestazioni. I rossoneri rispondono all'Inter e mantengono invariato il vantaggio di due punti proprio sui nerazzurri. Certo, influisce ancora molto quell'asterisco che, però, presto verrà estinto e si avrà un quadro della situazione in classifica veritiero. I rossoneri chiudono ancora una volta la porta e tornano al gol, due ingredienti banali ma che hanno regalato i tre punti a Pioli.

Muraglia rossonera

Come riferisce quest'oggi la Gazzetta dello Sport, la gara contro il Genoa è la sesta consecutiva in campionato in cui Mike Maignan esce dal campo senza aver subito gol (in totale la settima se si considera il derby di andata di coppa). Un dato impressionante, anche perché i rossoneri non facevano registrare numeri del genere addirittura dalla stagione '93-'94 quando il Milan di Fabio Capello riuscì in ben due occasioni a fare più di 6 clean sheet. Ma si può andare anche più indietro, perché Pioli è sulle orme anche di Nereo Rocco che, nell'annata '71-'72, superò anche lui i 6 clean sheet consecutivi. Un Milan dunque che, pur non risultando ancora la miglior difesa del campionato, si sta avvicinando a Napoli, Inter e Juve in questo senso e ha eretto letteralmente una muraglia a protezione di Maignan. 

Ritorno al gol

Ma nel calcio un'ottima difesa senza un attacco concreto, purtroppo, non è nulla. Il Milan lo aveva sperimentato nelle ultime due gare con Bologna e Torino quando, a fronte della solita prestazione solida della retroguardia, aveva fatto da contraltare una performance offensiva non all'altezza della situazione. E così, ieri sera, dopo 222 minuti di digiuno, il Milan è tornato al gol con Leao e Messias. La prestazione in attacco dei rossoneri non è stata magari travolgente ma gli uomini di Pioli hanno saputo essere concreti sotto porta, cosa che nelle ultime occasioni non erano riusciti a fare. Al termine mancano 5 giornate e il Milan è ancora in testa, non si può far altro che spingere a tutta sull'acceleratore.