Gazzetta - Milan, sfuma Spalletti. Maldini e Boban garanti di Pioli: per loro non è una seconda scelta

08.10.2019 08:03 di Salvatore Trovato   Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Gazzetta - Milan, sfuma Spalletti. Maldini e Boban garanti di Pioli: per loro non è una seconda scelta

Tra i due litiganti (Spalletti e l’Inter) a godere potrebbe essere Stefano Pioli. I dispetti fra il tecnico di Certaldo e la società nerazzurra hanno spinto il Milan a virare in maniera decisa sull’allenatore emiliano. Perché i rossoneri - osserva La Gazzetta dello Sport - hanno fretta di chiudere, e trovare un accordo fra Spalletti e Inter pareva un affare troppo intricato per risolversi in pochi giorni.

DISPETTI - Luciano aveva dato l’ok a Boban e Maldini, ma il mancato accordo con Marotta ha fatto saltare tutto. Il club interista ha già pagato tre mensilità a Spalletti ed era disposto a riconoscergli altri 2 milioni lordi per concedergli la risoluzione. Così quando il suo legale si è impuntato nel chiedere il riconoscimento dello stipendio dell’intera stagione, l’Inter ha deciso di ritirare la proposta. Stando a quanto riferito dalla rosea, anche il Milan ha scelto di non assecondare le esigenze economiche di Spalletti, che aveva chiesto un contratto fino al 2022 da 4,5 milioni netti a stagione (in pratica, voleva un anno di contratto in più).

GARANTI - Da qui la virata su Pioli. I vertici di via Aldo Rossi, che hanno sempre tenuto in considerazione le sue qualità e lo spirito aziendalista, lo hanno contattato e questa mattina lo incontreranno per proporgli un contratto sino al 2021 con uno stipendio da un milione e mezzo a stagione. Maldini e Boban, che hanno ottenuto il via libera della proprietà, sono convinti di Pioli e non lo considerano una seconda scelta. Sono loro i garanti del tecnico emiliano, il quale era stato preso in considerazione da subito in ballottaggio con Spalletti.