Gazzetta - Piatek-Ibrahimovic, convivenza possibile: solo se il pistolero farà il... Cruz

10.12.2019 12:00 di Salvatore Trovato   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Gazzetta - Piatek-Ibrahimovic, convivenza possibile: solo se il pistolero farà il... Cruz

"Ibrahimovic è un campione, possiamo giocare insieme". Al termine del match di Bologna, Krzysztof Piatek ha un po’ spiazzato tutti. Altro che voglia di cambiare aria: l’attaccante polacco è intenzionato a rimanere e sarebbe ben felice di accogliere un fuoriclasse come Zlatan. Ma i due possono realmente coesistere? Certo che sì, a patto che al fianco di Ibra si ripresenti un Piatek in versione Dall’Ara.

CONVIVENZA POSSIBILE - Un Pistolero così può essere una risorsa da sfruttare anche con Ibrahimovic in rosa, scrive La Gazzetta dello Sport. Nella sua precedente esperienza in rossonero, Ibra ha dato il meglio di sé giocando con seconde punte tecniche come Robinho, Pato e Cassano. Tuttavia, in passato ha fatto benissimo anche in coppia con un altro centravanti. È successo alla Juve con Trezeguet e all’Inter con Crespo, Adriano e, soprattutto, Julio Cruz, forse il numero 9 che con Zlatan si è esaltato di più (19 gol nel 2007-08). L’argentino era la spalla ideale dello svedese: se Piatek riuscisse a replicarne movimenti e spirito di sacrificio, la convivenza sarebbe possibile.

NUOVO MODULO - Ovviamente, Pioli dovrebbe rimodellare il suo Milan in funzione del nuovo tandem, mettendo da parte il 4-3-3. Una soluzione potrebbe essere il 3-4-1-2, sistema di gioco che l’allenatore rossonero ha provato tempo fa a Milanello, con Calhanoglu (o Bonaventura o Paquetà) sulla trequarti e i terzini (Conti e Theo Hernandez) avanzati sulla linea di centrocampo.