Ibra e Giroud fuori, in attacco la coperta è corta. Rebic è in forma, occhio alla carta Pellegri

18.09.2021 17:30 di Manuel Del Vecchio Twitter:    vedi letture
Ibra e Giroud fuori, in attacco la coperta è corta. Rebic è in forma, occhio alla carta Pellegri
MilanNews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Domani sera né Olivier Giroud e né Zlatan Ibrahimovic saranno della sfida a Torino contro la Juventus di Massimiliano Allegri. Lo svedese lo aveva già fatto capire nella giornata di ieri durante un evento pubblicitario: "Vado avanti un giorno per volta, ho un piccolo problema al tendine. Non voglio rischiare, non voglio saltare tante partite come l'anno scorso quando ho fatto dentro e fuori dal campo". È probabile che la sofferenza al tendine achilleo tenga fuori lo svedese ancora per un po'. Alla lista degli indisponibili si è aggiunto anche Giroud: il numero 9 ha giocato pochi minuti con il Liverpool ed è uscito acciaccato da Anfield. Lo ha rivelato mister Pioli in conferenza; il francese non ci sarà all'Allianz Stadium a causa di una lombalgia.

SICUREZZA ANTE - Toccherà quindi ancora ad Ante Rebic sobbarcarsi il peso dell'attacco rossonero sulle spalle: quello del centravanti non è di certo il ruolo naturale del croato, ma nelle ultime due uscite, contro avversari di assoluto livello, ha saputo interpretarlo nel migliore dei modi: tanto lavoro per la squadra e due assist, uno per Leao e uno per Ibra, contro la Lazio, un gol e un passaggio risultato decisivo per il raddoppio di Brahim Diaz contro il Liverpool ad Anfield. Tanto sudore, sponde, movimento, gol e assist. Il Rebic che siamo soliti vedere nel girone di ritorno è apparso anche in questo avvio di stagione: si ha l'impressione che sia un giocatore maturato e pienamente dentro le idee e il gioco di mister Stefano Pioli, che anche oggi in conferenza stampa l'ha elogiato: "Rebic e Leao sono due giocatori diversi, Leao è più per l'uno contro uno. Rebic ha tempi migliori nelle giocate di sponda". Le caratteristiche sono sicuramente diverse rispetto a quelle di Ibrahimovic e Giroud, ma questo Ante può sicuramente continuare a dire la sua. 

PELLEGRI È PRONTO - La preoccupazione quindi non arriva dai titolari (anche se ovviamente avere Ibra e Giroud sarebbe stato diverso), ma questa emergenza in attacco è data soprattutto dalla mancanza di alternative: Messias e Krunic sono ancora ai box, le alternative per l'attacco e la trequarti sono Maldini, Castillejo e Pellegri. E mister Pioli in conferenza stampa si è soffermato proprio sulle condizioni del giovane attaccante arrivato in prestito dal Monaco: "Pellegri sta bene ed è disponibile. Può essere che arriverà domani la sua prima presenza. Ha delle belle caratteristiche, un bell'atteggiamento". In mancanza dei due pesi massimi che indossano le magliette numero 11 e 9 il tecnico rossonero ritrova (anzi, trova) Pietro Pellegri. In estate il Milan ci ha puntato proprio in vista di queste situazioni, per domani sera è una delle (poche) possibili soluzioni a partita in corso da tenere d'occhio.