Leao-Rebic, ora a tocca voi: con l’Udinese l’attacco rossonero sarà sulle loro spalle

02.03.2021 17:00 di Pietro Andrigo Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Leao-Rebic, ora a tocca voi: con l’Udinese l’attacco rossonero sarà sulle loro spalle

Uno dei concetti maggiormente digeriti dai giocatori del Milan è quello che nei momenti di emergenza si vede la vera forza di una squadra e di un gruppo. In questa stagione, infatti, la rosa rossonera ha incontrato molti test d’affidabilità a causa di infortuni, positività e squalifiche di giocatori chiave. L’ennesima prova per la squadra di Pioli, in particolare, si terrà domani sera contro l’Udinese, una squadra compatta e un avversario difficile come riconosciuto anche dal tecnico rossonero. Senza Ibrahimovic e Calhanoglu, l’attacco rossonero sarà poggiato sulle spalle di due tra i giocatori più esplosivi della rosa di Pioli: Leao e Rebic.

FIDUCIA IN LEAO - Al di là delle recenti prestazioni sapide di emozioni, la crescita di Leao in questa stagione è una delle più importanti tra i singoli rossoneri. Il giocatore portoghese, infatti, non solo ha migliorato i suoi numeri ma ha anche accresciuto la sua duttilità tattica. Schierato da esterno, trequartista e prima punta, Leao è stato uno degli uomini maggiormente impiegati nel reparto offensivo rossonero. A secco dal 9 gennaio, Leao ora deve ritrovare la rete e la partita con l’Udinese, in cui verrà schierato da prima punta, potrebbe essere l’occasione giusta. La fiducia di Pioli nel giocatore è viva e le parole del tecnico emiliano in conferenza lo confermano: "Non dimentichiamoci che fino a qualche settimana fa si parlava di un Leao più determinato e dentro alle partite. Domani può partire dall'inizio. Non va coccolato più di tanto perchè sta bene. Deve aiutare la squadra con le sue qualità. Sono soddisfatto di Leao. Dal punto di vista mentale è pronto, cresciuto tanto".

L’IMPORTANZA DI REBIC - Come nei primi mesi del 2020, le prime settimane del 2021 hanno raccontato l’importanza di Rebic per il Milan. L’attaccante croato, nonostante la gara con la Stella Rossa, ha dimostrato di essere un giocatore decisivo per le vittorie rossonere e il gol alla Roma lo conferma. Ecco, quindi, che la notizia del suo recupero con l’Udinese è decisamente positiva nell’ottica che il croato dovrà essere, proprio insieme a Leao, una delle colonne portanti dell’attacco rossonero. Le parole di Pioli nei confronti di Rebic, poi, sono l’endorsement dell’importanza del 12 rossonero per il Milan: Sta bene, domani mattina può fare la rifinitura e partire titolare contro l'Udinese. Domenica ha fatto una grande partita, le sua caratteristiche sono importanti per noi. Nessun dubbio sulle sue qualità".