Milan, a luglio concluse tante operazioni ma non è finita qui: il mercato entrerà nel vivo ad agosto

26.07.2021 20:00 di Manuel Del Vecchio Twitter:    vedi letture
Milan, a luglio concluse tante operazioni ma non è finita qui: il mercato entrerà nel vivo ad agosto
MilanNews.it

Tra pochi giorni finirà luglio, e con lui anche il primo mese di calciomercato. Tra le squadre italiane il Milan è sicuramente tra le più attive, se non l'unica, avendo rinforzato la rosa con l'arrivo di Maignan, Tomori, Ballo-Touré, Tonali, Brahim Diaz e Giroud. Ma sicuramente non è finita qua: tra nuove entrate e diverse uscite il mercato rossonero sarà infuocato anche nel mese di agosto.

USCITE – In un momento di stanca del genere, che non ha colpito solo il mercato nostrano ma anche quello mondiale (fatte le poche e solite eccezioni), è davvero difficile riuscire a piazzare i giocatori in esubero. Maldini e Massara dovranno essere bravi a monetizzare dai ragazzi non ritenuti più adatti o utili al progetto. Parliamo di profili come Conti e Caldara, per cui sono arrivate timide richieste d’informazioni (Sampdoria per il terzino, Venezia per il centrale) e niente di più. Il profilo con più mercato sembra essere quello di Jens-Petter Hauge: il norvegese ha estimatori in Bundesliga. La prima offerta dell’Eintracht Francoforte da 8 milioni è stata ritenuta troppo bassa: la richiesta del Milan si aggira sui 12-13 milioni di euro. Leao non è sul mercato ma nel caso dovessero arrivare offerte interessanti, sui 25-30 milioni, verranno ascoltate e prese in considerazione. Anche Samu Castillejo rimane in uscita, su di lui c’è l’interesse di diversi club spagnoli, ma ad oggi nessuna offerta concreta. Pobega per ora è in standby: il giocatore vuole convincere mister Pioli e si sta allenando bene a Milanello, potrebbe partire solo se dovesse arrivare in rosa un altro centrocampista e un'offerta sui 12-13 milioni di euro.

ENTRATE – Il tormentone dell’estate è sicuramente quello del trequartista. È giusto essere chiari: il Milan è alla ricerca di giocatori importanti, ma che siano esuberi, in rotta con i club di appartenenza o talenti in cerca di riscatto. La dirigenza cercherà di fare questo profilo importante in prestito con diritto di riscatto: altre formule è difficile che coincidano con la strategia rossonera. I nomi sono tanti e tutti piuttosto validi: Brandt, Vlasic, Sabitzer, Isco e il sogno Ziyech. La sensazione è che ci vorrà ancora qualche settimana prima che si decida di affondare il colpo. C’è poi la volontà di portare in rosa una terza punta giovane da far crescere al fianco di Ibra e Giroud. In questi giorni c’è tanto fermento intorno a Kaio Jorge, ma la concorrenza è alta e l’indennizzo che il Milan offrirebbe al Santos non supera i 2-3 milioni di euro. Per la fascia destra, come profilo da alternare a Saelemaekers, è sempre da tenere d’occhio Josip Ilicic: la dirigenza ci sta pensando seriamente. Maldini e Massara cercheranno anche di riportare in Italia Diogo Dalot: il portoghese ha convinto tutti dopo la sua esperienza in prestito e si sta cercando di convincere lo United ad accettare il prestito con diritto di riscatto. Il giocatore gradisce particolarmente la destinazione meneghina. Infine, se il mercato offrirà l’occasione, si cercherà di fare anche un quarto centrocampista da affiancare a Kessie, Bennacer e Tonali. Il preferito sembra essere Bakayoko, ma il Milan lo prenderebbe solo in prestito. È sicuramente una situazione da ultimi giorni di mercato. Dopo un luglio infuocato il mese di agosto si prospetta ancora più rovente per il mercato rossonero.