Milan, Calabria e Florenzi per il ruolo di terzino destro: l'alternanza che soddisfa Pioli

13.05.2022 14:00 di Antonio Tiziano Palmieri   vedi letture
Milan, Calabria e Florenzi per il ruolo di terzino destro: l'alternanza che soddisfa Pioli
MilanNews.it
© foto di DANIELE MASCOLO

Sia Davide Calabria che Alessandro Florenzi hanno disputato una buona stagione appagando società e allenatore. L’alternanza fra i due – dovuta più agli infortuni di uno o dell’altro piuttosto che a scelte tecniche di Stefano Pioli – ha funzionato, tant’è che le prestazioni dei due sono state quasi sempre positive. Indubbiamente il titolare nel ruolo è Calabria ma l’ex Roma si è difeso alla grande facendosi trovare pronto quando è stato chiamato in causa. A due partite dal termine della stagione, Calabria ha giocato 2424 minuti distribuiti in 31 presenze, mentre Florenzi di minuti ne ha giocati 1398, per un totale di 28 match disputati. Entrambi sono giocatori di spinta e di corsa, che allo stesso tempo sanno difendere e sanno trovare i tempi di inserimento per fare male alle difese avversarie. In stagione hanno messo a segno complessivamente 4 gol, due a testa. Un buon bottino. Il classe 1996 la scorsa estate ha rinnovato il proprio contratto fino al 2025, invece il futuro del romano è tutto da scrivere. Sappiamo che Florenzi si trova al Milan in prestito dalla Roma, e con il club giallorosso ha un contratto fino a giugno 2023. Le buone prestazioni e l’ottimo inserimento all’interno del gruppo rossonero, lasciano presagire un riscatto da parte della dirigenza di via Aldo Rossi.

A DESTRA PIÙ COPERTI CHE A SINISTRA

Calabria e Florenzi si sono spartiti la fascia destra lasciandola anche per qualche occasione e in caso di necessità a Pierre Kalulu (vedi Milan-Genoa 2-0 con il classe 2000 che fa l’assist del vantaggio per Rafael Leao). L’abbondanza che c’è a destra stride con la non altrettanto abbondanza che manca a sinistra. Theo Hernandez è ovviamente il padrone indiscusso della corsia mancina, ma dietro di lui il nulla. Fodé Ballo-Touré infatti non da alcuna garanzia e nel 2022, dato che c’è stata di mezzo anche la Coppa d’Africa, ha giocato con il Milan appena 4 minuti (contro il Genoa). In assenza di Theo, Calabria si è adattato ogni tanto a giocare a sinistra, sintomo di duttilità e sacrificio per la squadra. Ancora due ostacoli da superare e poi il meritato riposo. Per ora il Milan si può ritenere ampiamente soddisfatto da quanto fatto sia da Calabria che da Florenzi.