Milan, l'alternanza funziona: buon inizio di 2022 per Ibrahimovic e Giroud

11.01.2022 14:00 di Antonio Tiziano Palmieri   vedi letture
Milan, l'alternanza funziona: buon inizio di 2022 per Ibrahimovic e Giroud
MilanNews.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

In questo inizio di 2022 mister Stefano Pioli ha potuto contare, finalmente, su entrambe le sue due principali frecce offensive: Zlatan Ibrahimovic e Olivier Giroud. Contro la Roma, ha giocato titolare il francese, contro il Venezia invece è toccato allo svedese. Nel match di Coppa Italia di giovedì contro il Genoa, quasi sicuramente sarà l’ex Chelsea a giocare titolare, dato che Ibra è squalificato. Pioli spera di avere entrambi gli attaccanti in buona condizione fino a fine stagione in modo tale da poterli gestire e farli rendere al meglio, alternandoli. Non diciamolo troppo forte, ma i problemi fisici che hanno colpito sia Ibrahimovic che Giroud nella prima parte di stagione, sembrano ormai alle spalle. Questo per la gioia dei tifosi, della società e dello stesso tecnico rossonero.

I NUMERI DEI DUE

Pioli ha gestito e centellinato i due, facendogli disputare 17 partite a testa per ora. Ibrahimovic ha giocato in totale 950 minuti con 8 gol e 2 assist. Giroud invece ha disputato 12 minuti in più del suo compagno di reparto, mettendo a segno 5 reti e fornendo 2 passaggi vincenti ai compagni. Poche volte i due sono stati in campo contemporaneamente. Mister Pioli ha intenzione di continuare con questa alternanza, dato che funziona e porta buoni risultati. Entrambi carismatici, Ibra e Giroud hanno il compito di prendere per mano la squadra e trascinarla il più vicino possibile allo scudetto. Se questo obiettivo non fosse possibile, c’è da centrare la qualificazione alla prossima Champions League, e perché no, provare a vincere la Coppa Italia. Per quel che riguarda la situazione contrattuale dei due, Ibra non si sa se rimarrà la prossima stagione. Il futuro dello svedese non è ancora stato definito. Il suo contratto con il Milan scade a giugno di quest’anno. Il francese invece la prossima stagione ci sarà. Il suo accordo con il club di via Aldo Rossi scadrà a giugno dell’anno prossimo. Nel frattempo Pioli e il Milan si godono i due, che stanno facendo entrambi bene quando vengono chiamati in causa.