Milan-Modena 5-0: Diaz, buona la prima con il diez

24.07.2021 20:30 di Manuel Del Vecchio Twitter:    vedi letture
Milan-Modena 5-0: Diaz, buona la prima con il diez
MilanNews.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Nel pomeriggio il Milan è sceso in campo sul ribassato di Milanello e ha affrontato il Modena in amichevole sotto il caldo sole di Carnago. I rossoneri hanno travolto gli emiliani con un netto 5-0 che ha portato alla luce la differenza di categorie che c'è tra le due compagini. È stata sicuramente una buona prova, ma è palese e scontato che quanto visto in campo, sebbene incoraggiante e piacevole, non sia pienamente indicativo. Ma a questo punto della stagione, con il tanto lavoro nelle gambe da smaltire (la squadra si è allenata anche questa mattina), è stato bello vedere questo tipo di prestazione da parte dei ragazzi allenati da mister Pioli. Tra i tanti giocatori scesi in campo, tra primo e secondo tempo l'undici è cambiato in toto, quello che sicuramente ha catturato l'occhio è Brahim Diaz. O come ha scherzato lui stesso nei video social di presentazione del Milan, Brahim Diez.

DIEZ - Sono bastati meno di due minuti per capire quanta voglia di Milan e di campo avesse Brahim: dribbling bruciante sulla sinistra, uno due con l'amico di capelli rossoneri Theo, ingresso in area e portiere beffato con un tocco da biliardo. Nel corso del primo tempo il numero dieci rossonero, alla prima uscita con questo importante numero sulle spalle, è stato cercato e sollecitato spesso dai compagni, diventando un punto nevralgico per il gioco della squadra. E infatti è suo l'assist per il 2-0 di Leao, un cross morbido di sinistro dal fondo, e sono stati suoi tanti palloni che hanno portato ad occasioni pericolose. Diaz ha rispecchiato quello che oggi è stato il Milan di Pioli: la formazione odierna, annunciata con il più classico dei 4-2-3-1, è diventata ben presto un 3-4-2-1, con il folletto di Malaga che ha svariato spesso sul fronte d'attacco, da sinistra a destra, e anche poco più avanti della coppia di centrocampisti per ricevere il pallone tra le linee. Brahim, dopo neanche una settimana di allenamento con i rossoneri, è parso più che mai dentro le idee di mister Pioli. Una prestazione da vero numero diez, in attesa di avversari più competitivi e provanti.

ATTEGGIAMENTO GIUSTO - Sono arrivati buoni segnali anche da Leao, puntuale sul secondo palo per il gol del momentaneo 2-0, tanta corsa, qualche sponda e molti uno contro uno cercati: oggi l'atteggiamento del portoghese è stato quello giusto; da segnalare, sempre per quanto riguarda il 17 rossonero, il bell'assist per il quarto goal rossonero firmato da Krunic. Bene anche Bennacer, che dopo una stagione travagliata è pronto per riprendere le chiavi del centrocampo rossonero. L'intensità e le geometrie dell'algerino, messe in mostra anche oggi, saranno fondamentali. Positiva anche la prova di Saelemaekers, la scorsa settimana assente per un problemino muscolare, il belga ha giocato in modo ordinato e non facendo mai mancare il suo apporto in entrambe le fasi. Per concludere citiamo anche Tomori, fisicamente già piuttosto brillante: il suo stacco nel cuore dell'area di rigore è stato premiato con un bel gol sul palo lontano. L'unica nota meno positiva della giornata è l'assenza di Tommaso Pobega, che stando a quanto appreso dalla nostra redazione (qui l'anticipazione), è rimasto fuori per un affaticamento muscolare.

ESTATE - Ora le amichevoli si faranno sempre più interessanti ed allenanti. Dopo due formazioni di Serie C sabato arriva il Nizza, e nel corso dell'estate i rossoneri affronteranno anche Valencia, Real Madrid e Panathinaikos. Per ora le indicazioni sono buone, ma come ha detto capitan Romagnoli al termine del match odierno ai microfoni di Milan TV (qui le sue parole) bisogna continuare a lavorare insieme per farsi trovare pronti e partire subito forte.