Miranchuk, sfida all'Atalanta ma lui preferisce il Milan: con il russo i rossoneri sistemerebbero almeno due lacune

20.08.2020 18:30 di Matteo Calcagni Twitter:    vedi letture
Miranchuk, sfida all'Atalanta ma lui preferisce il Milan: con il russo i rossoneri sistemerebbero almeno due lacune
MilanNews.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dopo le dichiarazioni dell'agente di Aleksey Miranchuk, che aveva svelato la trattativa in corso tra Atalanta e Lokomotiv Mosca, in Russia è stato ribadito come il giocatore preferisca il Milan alla corte della Dea. D'altronde anche il Diavolo ha parlato del calciatore col club moscovita, provando ad impostare un'operazione con soldi più il cartellino di Laxalt. Il classe '95 sembrava ad un passo dai bergamaschi, ma evidentemente la strada è ancora piuttosto tortuosa: parliamo di un profilo in scadenza a dicembre 2021, una situazione in cui la volontà del giocatore conta ancora di più.

IL MILAN C'E' - Tornando a luglio, ricordiamo come il Milan "posticipò" le contrattazioni per Miranchuk in attesa di capire cosa sarebbe successo con Ralf Rangnick. Il nome piace a Maldini e Massara e, per ruolo e caratteristiche, sarebbe un elemento perfetto per le necessità di Stefano Pioli. Parliamo di un ragazzo molto tecnico, mancino di piede, che gioca sia come trequartista sia come esterno offensivo: di fatto, con il nativo di Slavjansk-na-Kubani, il Diavolo risolverebbe due necessità: il laterale destro e il rimpiazzo di Jack Bonaventura. Miranchuk in questi anni ha giocato anche come prima punta e dislocato a sinistra, di conseguenza, in caso di assenza di Ibra, potrebbe addirittura giocare centravanti, oppure sulla mancina con Rebic o Leao come vertici alti.

INVESTIMENTO OBBLIGATO - Per poter convincere la Lokomotiv servirà un'offerta di circa 20 milioni di euro, un investimento non banale ma piuttosto obbligato per un calciatore offensivo che abbia già un po' di esperienza internazionale. Il Milan quindi potrebbe arrivare a chiudere questa falla senza spendere una fortuna, il che andrebbe a preservare qualche risorsa per gli altri acquisti. La concorrenza non manca, ma è chiaro che l'Atalanta, a prescindere dalla Champions League, difficilmente potrà offrire al calciatore lo stesso stipendio che avrebbe in rossonero. In queste ore si è fatto anche il nome della Roma, ma il club giallorosso dovrebbe prima liberare la trequarti, un reparto intasato da troppi giocatori. Al Milan manca un interprete offensivo, motivo per cui, se il prescelto fosse Miranchuk, non sarebbe necessario aspettare le uscite.