MN - Brahim Diaz convince sempre di più: contatti frequenti con Real e entourage per discuterne la permanenza

30.10.2020 14:00 di Pietro Mazzara Twitter:    Vedi letture
© foto di PHOTOVIEWS
MN - Brahim Diaz convince sempre di più: contatti frequenti con Real e entourage per discuterne la permanenza

Tre gol, tante giocate illuminanti e una crescita che può elevarsi ancora. Brahim Diaz sta convincendo tutti all’interno del Milan, sia a livello dirigenziale sia a livello tecnico, dove Stefano Pioli ne sta dosando l’inserimento nella linea dei tre trequartisti alle spalle della prima punta. Così facendo, Brahim sta iniziando a trovare quella continuità che né al Real Madrid né al Manchester City ha potuto avere. Vuoi per la giovane età e vuoi anche perché, davanti a lui, c’erano campioni più affermati. Da qui la voglia di trovare maggior spazio e di venire al Milan. Ma quello che vediamo in partita – anche se Pioli non lo ha ancora utilizzato in un big match – è solo una parte di ciò che Diaz fa vedere quotidianamente sui campi di Milanello, tanto è vero che nelle analisi fatte da staff tecnico e dirigenza, c’è piena soddisfazione della sua crescita.

CONTATTI CONTINUI -  Paolo Maldini e Ricky Massara sanno bene che il costante miglioramento di Brahim Diaz è oggetto di valutazione anche del Real Madrid. Con il club merengue c’è un gentleman agreement, stipulato anche grazie all’intermediazione dell’agente Edoardo Crnjar della Excellence Sport, secondo il quale le due società si dovranno sedere al tavolo per capire come affrontare il tema della permanenza o meno di Brahim al Milan. I rapporti tra i due club sono ottimi, quelli con gli agenti del giocatore pure ed è anche su questa base che i rossoneri vorrebbero trovare prima della fine della stagione un punto d’incontro con il Real. Come appreso da MilanNews.it, le opzioni al vaglio sono due: un rinnovo del prestito, ma questa volta con l’opzione d’acquisto da parte del Milan (ed eventuale controriscatto a cifre alte esercitabile dal Madrid), oppure un acquisto a titolo definitivo da parte dei rossoneri. Il tempo per discutere c’è, Brahim Diaz si sta inserendo e ha già lasciato il segno (un gol in campionato e due in Europa League) e investire su un profilo come il suo (è un classe 1999) rientrerebbe pienamente nella vision globale della proprietà milanista.