Perché il Milan ha preso De Ketelaere? Dalla cintola in su è leader in ogni statistica

01.08.2022 20:00 di Antonello Gioia  Twitter:    vedi letture
Perché il Milan ha preso De Ketelaere? Dalla cintola in su è leader in ogni statistica
MilanNews.it

Charles De Ketelaere sbarcherà a Milano nelle prossime ore per poi sostenere le visite mediche e l'iter burocratico che lo porterà a firmare ufficialmente il suo contratto con il Club rossonero. Un inseguimento lunghissimo ed estenuante, ma sostenuto da alcune statistiche - targate Wyscout - che ne evidenziano il valore a partire dai numeri.

Nell'ultima stagione in Belgio con il Club Bruges, il classe 2001 ha agito sia da trequartista che da seconda punta e si è classificato nono tra i marcatori con 14 reti (0.36 ogni 90' e con xG a 10.86). Dodicesimo come assist con 7 passaggi vincenti, come tiri è di poco fuori dalla top 10 e per passaggi eseguiti è 22esimo.

Nelle classifiche offensive è tra i migliori praticamente ovunque: ventottesimo come cross, diciannovesimo nei passaggi per il tiro ma primo con 7 second assist e nonostante non sia un centravanti, undicesimo per tocchi in area di rigore. Ventitreesimo per passaggi progressivi, trentaseiesimo per dribbling, è addirittura diciannovesimo per recuperi nella trequarti. Una sintonia straordinaria con Noa Lang (ben 18 passaggi per il tiro dell'esterno sinistro) ed è capacissimo di dividersgli gli spazi sul fronte offensivo: entra indifferentemente in area dalla fascia destra o sinistra (20 da sinistra, 21 da destra), crossa prevalentemente dalla mancina e lo fa anche dalla trequarti mentre quando è a destra lo fa dal fondo. Mancino? Sì ma ha fatto 29 cross su 87 di destro. 

Un giocatore, dunque, assai polivalente, capace di adattarsi a diversi moduli e in diverse posizioni del campo. Pioli docet? Pioli docet.