Primi segnali di Bakayoko: al Milan serve la sua "modalità polpo"

07.01.2022 20:00 di Antonello Gioia  Twitter:    vedi letture
Primi segnali di Bakayoko: al Milan serve la sua "modalità polpo"
MilanNews.it

Tra le tante note positive di Milan-Roma, sfida vinta dai rossoneri per 3-1, ve ne è anche una attesa da diversi mesi da addetti ai lavori e tifosi milanisti. Si tratta della prestazione, finalmente positiva, di Tiemoué Bakayoko.

Girone d'andata difficile
Il centrocampista francese, arrivato negli ultimi giorni di mercato in prestito biennale dal Chelsea e subito infortunatosi a livello muscolare, aveva disputato una prima parte di stagione alquanto deludente. Nelle 10 partite giocate per un totale di 277 minuti, il numero 41 non aveva assolutamente convinto, soprattutto a causa di una difficoltà ad inserirsi tecnicamente e tatticamente all’interno del gioco di Pioli; Sassuolo e Udinese, per esempio, sono gli esempi lampanti di un girone d’andata rappresentabili da due sostituzioni - senza discussione - all’intervallo.

Ora serve lui
Ieri, invece, i tifosi rossoneri hanno finalmente potuto apprezzare i primi sprazzi del Bakayoko che conoscevano. Dopo il primo stop sbagliato, il centrocampista francese ha preso fiducia, pulendo diversi palloni e gestendoli con calma (100% di passaggi riusciti con 15 su 15) e vincendo numerosi contrasti in "modalità polpo"; si tratta di quel mood che, per caratteristiche, appartiene di natura al numero 41: gambe lunghe e fisico possente, con la capacità di tentacolare verso gli avversari e arpionare loro il pallone. Con la Roma, dunque, si è visto un primo segnale del vero Baka: senza Kessie e Bennacer, si spera sia accompagnato dalla continuità.