Record cercasi: Ganz può entrare nella storia, ma un suo compagno è irraggiungibile

28.09.2011 12:00 di Matteo Calcagni  articolo letto 13135 volte
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
Record cercasi: Ganz può entrare nella storia, ma un suo compagno è irraggiungibile

Battesimo del fuoco, almeno in panchina. E' arrivata la tanto attesa convocazione per Simoneandrea Ganz, figlio d'arte di Maurizio, spietato e letale in zona gol. Eppure i due, nonostante condividano i geni, sono profondamente diversi: attaccanti sì, ma con caratteristiche opposte, segno dei tempi e delle generazioni che cambiano. Maurizio era, ed è, un centravanti vecchia scuola: punto di riferimento, boa centrale e finalizzatore sopraffino. Simoneandrea è più mobile, si sacrifica su tutto il fronte offensivo, rimanendo pur sempre ancorato al compito principale di qualsiasi punta: segnare. Questa sera il neo diciottenne siederà in panchina e, in caso di esordio, sarà il terzo rossonero più giovane a varcare le porte della Champions League. Solo in due prima di "Ganz Junior" e uno di loro sarà regolarmente in campo contro il Viktoria Plzen: Ignazio Abate. Il laterale campano, attualmente ventiquattrenne, ha esordito nel Milan di Ancelotti contro il Celta Vigo: aveva 17 anni e 27 giorni e il Diavolo si preparava per la sfortunata spedizione di Tokyo contro il Boca. Se Abate detiene il record, a seguire troviamo Massimiliano Cappellini (17 anni, 8 mesi e 15 giorni) che tuttavia non ebbe molta fortuna con la maglia del Milan. Il terzo posto, che potrebbe essere conquistato questa sera da Ganz (a 18 anni e 7 giorni), è al momento nelle mani di Alexandre Pato, che ha esordito a 18 anni e 5 mesi contro l'Arsenal: era il febbraio 2008.