Tuttosport - Ibra lavora duro: l'obiettivo tornare per la Supercoppa

23.09.2022 08:05 di Francesco Finulli   vedi letture
Tuttosport - Ibra lavora duro: l'obiettivo tornare per la Supercoppa
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Le immagini di Zlatan Ibrahimovic hanno già fatto il giro del mondo. Lo svedese ha pubblicato sui social un video in cui raggiunge un rifugio isolato sulle montagne con un elicottero e si allena con vari esercizi a corpo libero, dalle flessioni agli addominali. Un contributo in pieno stile Zlatan che ci racconta che il leone forse è ancora costretto a stare in gabbia, ma è pronto per uscire al più presto.

Timetable con vista sull'Inter

Secondo quanto riporta questa mattina Tuttosport, le intenzioni del fuoriclasse svedese sarebbero assolutamente chiare. Per il suo ritorno Ibra ha già segnato in calendario il 18 gennaio 2023, giorno in cui il Milan sfiderà l'Inter a Riad nel match valevole per la Supercoppa Italiana. A ottobre saranno cinque mesi dall'operazione al crociato sinistro che Zlatan ha sostenuto nei giorni successivi alla conquista dello Scudetto. Giorni e mesi passati a lavorare duramente con il fidato preparatore GIorgio Gasparini al suo fianco e in concerto con lo staff medico rossonero. La pausa per il Mondiale costituirà un'importante aiuto per Ibrahimovic che sfrutterà quel periodo per ritrovare la forma e rendersi disponibile da gennaio. L'obiettivo è fissato, l'importante è non esagerare con i carichi o la fretta di tornare: ma questo Ibra, che il 3 ottobre farà 41 anni, lo sa perfettamente.

Prove da mister

Ciò che per ora sembra certo è che Zlatan Ibrahimovic sa perfettamente quale è il suo ruolo, anche in questi mesi di infortunio che lo tengono lontano dal campo come giocatore ma non certamente come compgano di squadra. Quante volte, solo in questo primo scampolo di stagione, Ibra è comparso nella tribunetta di San Siro affianco alla panchina rossonera a dispensare consigli e indicazioni per i suoi compagni? L'impressione è quella di essere davanti a una persona che ha bene in mente il suo ruolo all'interno della squadra che i suoi stesso compagni più giovani gli riconoscono: non ultimi Kalulu e Leao. Detto questo, quando lo svedese tornerà a disposizione, certamente vorrà dare il suo contributo sul campo e vorrà trovare spazio, ma non ci saranno problemi o concorrenze accese. Ibra sa di essere determinante anche solo con la sua presenza e l'obiettivo sarà far camminare il Milan con le proprie gambe quando appenderà gli scarpini al chiodo.