Tuttosport - Il rinnovo di Leao tra Mendes e il lodo-Sporting. Il punto

09.07.2022 08:05 di Francesco Finulli   vedi letture
Tuttosport - Il rinnovo di Leao tra Mendes e il lodo-Sporting. Il punto
MilanNews.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Rafael Leao è stato davvero il leader tecnico del Milan che ha conquistato il suo diciannovesimo Scudetto poco più di un mese fa a Reggio Emilia. Con gol e assist ha trascinato l'attacco rossonero e ha fatto quel salto di qualità che da tempo i tifosi gli chiedevano. Il contratto del portoghese scade nel 2024 e il Milan, dopo una stagione così, avrà il suo bel daffare nel rinnovarlo, anche perché entrano in gioco questioni extra-campo da non sottovalutare.

Lodo-Sporting

Come riporta questa mattina Tuttosport, l'aspetto che è andato a complicare un po' le trattative che già da alcuni mesi erano iniziate tra società rossonera e Leao, con il giocatore che aveva espresso la sua intenzione di rimanere in rossonero, è stata la questione legale che vede il giocatore portoghese invischiato con lo Sporting Lisbona, suo ex club. Rafa venne tesserato dal Lille nel 2018 senza che il club francese corrispondesse alcun premio alla società portoghese, in seguito alla rescissione unilaterale del contratto da parte di Leao per un'aggrssione subita da alcuni ultras dello Sporting. Per questo motivo, il numero 17 rossonero è stato condannato a pagare metà dei 19 milioni di multa che, secondo un'indiscrezione di A Bola, devono essere pagati alla sua ex squadra.

Mendes

Ed è qui che entra in gioco Mendes che avrebbe l'intenzione di aiutare il suo assistito con il saldo della multa, salvo poi volerci ovviamente rientrare. E come fa un agente del calibro di Jorge Mendes a rimpinguare le sue cassa? Ovviamente con le commissioni sui contratti dei suoi assistiti. Per questo motivo le richieste del giocatore si sarebbero alzate: 7 milioni più commissioni. Secondo alcune indiscrezioni anche il Milan si era fatto avanti per aiutare Leao a pagare il suo debito ma la proposta era stata rispedita al mittente. Ovviamente il club rossonero conosce l'importanza di Leao all''interno della squadra e vuole trattenerlo. Bisognerà capire se la società è disposta a fare un sacrificio e sfondare per la prima volta con il portoghese il tetto salariale di 4.5 milioni. In caso contrario, se non si trovasse un accordo, i rossoneri potrebbero vedersi costretti a mettere sul mercato - a partire dalla prossima estate - il loro gioiello per non perderlo a zero. Plausibile che dopo questa prima parte di mercato, quando Leao tornerà a Milano, riprenderanno i discorsi tra le parti.