Tuttosport - Musacchio, il rientro è vicino ma il futuro sembra lontano dal Milan

13.11.2020 12:00 di Pietro Andrigo   vedi letture
Tuttosport - Musacchio, il rientro è vicino ma il futuro sembra lontano dal Milan
MilanNews.it
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

La sosta dà, la sosta toglie. Questo, in un certo senso, potrebbe essere un proverbio applicato alla pausa per le nazionali: le selezioni, infatti, tolgono agli allenatori dei club alcuni giocatori mentre il riposo e l’assenza di partite consentono di recuperarne altri. In queste due settimane di pausa, in particolare, Pioli lavorerà a ranghi ristretti ma potrà contare sul recupero di alcune pedine della rosa rossonera. Tra questi figurano, senza dubbio, Ante Rebic e Mateo Musacchio. Se il croato è diventato un uomo importante nelle rotazioni di Pioli, l’argentino ha perso la titolarità che ha contraddistinto le sue prime stagioni in rossonero. A concorrere a questo risultato, chiaramente, hanno pesato i gravi infortuni di Musacchio ma anche le grandi prestazioni di Simon Kjaer, impostosi come colonna portante della retroguardia rossonera. Ora per l’argentino il rientro in campo si avvicina ma le incognite sul suo futuro in rossonero rimangono.

RIENTRO A FINE NOVEMBRE - E’ dal 7 marzo scorso che Mateo Musacchio non lavorava con i compagni a Milanello: un’eternità o parlando con il triste gergo della pandemia, quasi due lockdown. Proprio la lunga e forzata sosta per il Covid-19 non ha aiutato il recupero dal suo infortunio alla caviglia: la scelta della terapia conservativa nei mesi di Marzo e Aprile non ha giovato tant’è che il 17 giugno il giocatore e il club hanno deciso per l’operazione. I 4 mesi di recupero segnalati dall’equipe medica sono stati rispettati perchè, come sottolinea Tuttosport, è da qualche settimana che l’argentino lavorava individualmente a Milanello. Da ieri, invece, è arrivato il rientro in gruppo dopo ben 8 mesi di lontananza dai campi. Proprio questa lunga assenza non potrà coincidere con un rientro affrettato: Musacchio - si legge su Tuttosport - verrà convocato per le prossime partite ma tornerà a pieno regime solo tra fine novembre e inizio dicembre.

FUTURO INCERTO - Tanto il rientro in campo per Musacchio è vicino quanto si avvicina la data di scadenza del suo contratto. L’accordo tra il Milan e l’argentino, infatti, si esaurirà il prossimo 30 giugno 2021 come per Donnarumma e Calhanoglu ma a differenza del portiere e del trequartista, il centrale non ha ricevuto chiari segnali per il prolungamento. Secondo quanto riporta Tuttosport, infatti, il futuro dell’argentino dovrebbe essere lontano da Milano nonostante lo stesso giocatore gradirebbe la permanenza. Utile, in questo senso, potrebbero essere le prestazioni dell’argentino che se dovessero essere affidabili potrebbero portare la dirigenza del Milan ad un ripensamento.