MN - Piatek-mania anche all'estero. Da Montreal: "Ha fatto dimenticare subito Higuaín"

13.02.2019 17:36 di Daniele Castagna Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
MN - Piatek-mania anche all'estero. Da Montreal: "Ha fatto dimenticare subito Higuaín"

Come viene visto il nuovo Milan di Piatek e Paquetá all'estero? La redazione di MilanNews.it l'ha chiesto ai tifosi rossoneri del Milan Club Montreal. Ecco le risposte del loro rappresentante Marcello Furgiuele.

Effetto Piatek: "Il pistolero ci ha fatto subito dimenticare Higuaín. La sua fame e voglia di fare gol ha galvanizzato la squadra. Non sembra avere paura di niente e ispira i compagni con il suo coraggio. Vuole segnare tanti gol e il suo entusiasmo ha cambiato l’atteggiamento del Milan. Prima il gioco era lento e prevedibile, non si creavano tante occasioni da gol. Adesso con un centravanti così dinamico il Milan puo diventare pericoloso, cambiare mentalità e giocare per vincere invece di stare in campo per non perdere".

Su Paquetá? "Lucas è un calciatore tipicamente brasiliano, con grande tecnica, precisione, capacità di sfruttare gli spazi e fare passaggi buoni ai compagni. Ha bisogno ancora un po' di tempo per mostrare il suo pieno potenziale, a volte sembra preferisca giocare come trequartista. Con il tempo si adatterà bene al ruolo che gli chiede Gattuso. Protegge bene il pallone e diventa pericoloso tra le linee. Un'arma in più per il Milan che metterà l’avversario in difficoltà".

Considerazione su Gattuso? "Se il Milan è al quarto posto è grazie al lavoro del mister. Nonostante gli infortuni, il Pipita che voleva Sarri e la rosa che aveva bisogno di rinforzi, Gattuso ha gestito bene la squadra. Il Milan, dopo tanti anni, è una vera squadra, hanno creato un gruppo solido. Questi ragazzi sanno soffrire e sembrano non aver piu paura quando si alza la pressione. Si parlava ad inizio stagione di una squadra ancora giovane, alla quale mancavano cattiveria e mentalità giusta per gestire le difficoltà, adesso tutti sembrano più sicuri, particolarmente nella fase difensiva. È merito di Gattuso. Forse deve migliorare il gioco in fase offensiva, dove il Milan può impostare diversamente il suo gioco e segnare di piu. La squadra però è sulla buona via e dà l'impressione che quando passa in vantaggio, poi al massimo gli avversari possono pareggiare e non di più. Non scordiamoci che l'anno scorso Gattuso ha fatto molto bene nel girone di ritorno, speriamo che la storia si ripeta nello sprint finale per il quarto posto. Guai a sottovalutare Rino!".