Dialogo tra un venditore di almanacchi ed un passeggere

Nato a Milano, dopo i trascorsi a Radio Peter Flower e TeleLombardia, è approdato a Mediaset come inviato prima e telecronista delle partite del Milan poi. Volto noto di Milan Channel, opinionista per Odeon TV è anche azionista del club.
03.01.2013 00:00 di Carlo Pellegatti   vedi letture
Dialogo tra un venditore di almanacchi ed un passeggere
MilanNews.it

Vend. Almanacchi, almanacchi nuovi. Calendari del Milan 2013. Ne volete uno, signore?
Pass. Un giocatore per ogni mese?
Vend. Sì signore.
Pass. Credete che il Milan vincerà qualcosa nell'anno nuovo?
Vend. O illustrissimo, sì, certo.
Pass. Anche perchè il 2012 è da dimenticare .
Vend. Forse l'anno solare, ma nella stagione scorsa il capitano rossonero ha alzato la Supercoppa Italiana.
Pass. Mi sembra di sentir parlare Adriano Galliani. Il calendario va da gennaio a dicembre. Un anno che non vorrei ripetere. Dunque non piacerebbe anche a voi che l'anno nuovo fosse come qualcuno degli anni dove il Milan vinceva?
Vend. Signor no, non mi piacerebbe.
Paas. Quanti anni nuovi sono passati dacchè voi vendete almanacchi?
Vend. Saranno venticinque, illustrissimo.
Pass. Ah, dal 1987, l'anno dei primi trionfi del Milan di Silvio Berlusconi. Di cotesti venticinque vorrete che somigliasse l'anno venturo?
Vend. Io? Non saprei.
Pass. Non vi ricordate di nessun anno in particolare, che vi paresse felice?
Vend. No in verità, illustrissimo.
Pass. Eppure il Milan ha vinto tutto. Non è vero?
Vend. Cotesto si sa.
Pass. Non tornereste voi a vivere cotesti anni, e anche tutto il tempo passato? Il Milan di Rizzoli, di Rocco, di Carraro, di Rivera ?
Vend. Eh, caro signore, piacesse a Dio che si potesse.
Pass. Ma se aveste rifare la vita che avete fatta nè più nè meno, con tutte le vittorie e con tutte le sconfitte che avete passati?
Vend. Cotesto non vorrei.
Pass. Oh che altra vita vorreste rifare?
Vend. Vorrei una vita così come Dio me la mandasse, senz'altri patti.
Pass. Una vita a caso, e non saperne altro avanti, come non si sa dell'anno nuovo?
Vend. Appunto.
Pass. Così vorrei ancor io se avessi a rivivere e così tutti. Quella vita ch'è una cosa bella, non è la vita che si conosce, ma quella che non si conosce; non la vita passata, ma la futura. Coll'anno nuovo, il caso incomincerà a trattar bene voi e me e tutti gli altri, e si principierà la vita felice. Non è vero?
Vend. Speriamo anche se certi guardalinee non li vorrei più incontrare.
Pass. Quale? Quelli che, per esempio, sbagliano e annullano il gol di Matri?
Vend. Ah, signore illustrissimo. Voi volete provocare. Sapete bene quello che intendo io!
Pass. Adesso intanto vediamo quello che succederà in Brasile, ma soprattutto chi arriverà al posto di Robinho e Pato, se verranno ceduti.
Vend. Saranno giocatori giovani. Ormai questa la strada del futuro.
Pass. Sì.certo anche se non bisogna esagerare con tutti...Ragazzotti, come li chiama Allegri. Infatti Drogba può essere il regalo dell'Epifania!
Vend. No signore, mi dispiace. Non voglio illudervi ma Drogba non sara il regalo né dell'Epifania né di Carnevale.                             Pass. Avete ragione. Io non so se investiranno una cifra così ingente per un attaccante formidabile, ma in alto di età. Io, però, con Drogba, me la gioco anche con il Barcellona.
Vend. Arrivederci, signore. Almanacchi, almanacchi nuovi; lunari nuovi.
Pass. Ecco il mio denaro. Datemi un almanacco. Intanto mi godo la cresta di El Shaarawy!